Categorie
coppie Gestione della coppia

Vivere senza figli: 5 motivi per scegliere una vita ChildFree

Hai mai pensato che le coppie potessero avere motivi diversi da quelli economici, per decidere di vivere senza figli? Stile di vita, lavoro, fattori ambientali e salute possono incidere su questa scelta.

vita senza figli

Vivere senza figli: 5 motivi per scegliere una vita ChildFree

Per molti è un argomento tabù, per altri qualcosa di totalmente assurdo, contro natura e impensabile. Malgrado tutte queste linee di pensiero, ci troviamo in un’epoca in cui sempre più coppie decidono di vivere senza figli.

Sì, nel XXI secolo sempre più donne (ma anche uomini) scelgono una vita senza figli, comprese le coppie più facoltose che potrebbero permettersi di mantenere ben più di un solo figlio. Spesso, infatti, i motivi che spingono a fare questa scelta non sono legati a fattori economici.

In questo articolo parleremo di childfree, cioè di coppie senza figli per scelta e non di childless, coloro che non possono avere dei figli.

Capita frequentemente che chi intraprende questa strada senza figli venga frainteso: scegliere una vita senza figli non significa necessariamente odiare i bambini.

Il genere femminile è quello che viene più criticato quando decide di vivere senza figli. Proprio per questo molte donne hanno scritto libri e condividono le loro opinioni su forum dedicati per difendersi, farsi sentire e combattere l’idea che “se non hai figli non puoi capire” oppure che  “se non vuoi avere figli è perché sei egoista” (o altri luoghi comuni).

Tuttavia, pur avendo un minor “impatto sociale”, anche gli uomini vengono criticati quando manifestano la loro volontà di voler vivere senza figli. Nei forum infatti capita frequentemente di trovare racconti di donne che si lamentano di aver trovato uomini che non sentivano la necessità di soddisfare il ticchettio del loro orologio biologico, definendoli nei peggiori modi possibili.

La differenza, tra donne e uomini, è come la società percepisce questa scelta di vita senza figli.

Per una donna affermare di voler vivere senza figli ha ancora il sapore di un coming out; mentre, per l’uomo, è segno di immaturità e viene considerato come il povero piccolo Peter Pan che si rifiuta di crescere.

Un princìpio che andrebbe tenuto a mente è che: per diventare genitori bisogna volerlo.

Ma ora passiamo ai 5 motivi per scegliere di vivere senza figli:

1) Viaggi e avventure senza figli: all day, all night

Se “respira questa libertà” è il vostro motto di vita.

Se vivete viaggiando costantemente per il lavoro che avete sempre sognato o semplicemente per godere della compagnia del vostro partner.

Se vi sentite “cittadini del mondo” ma non solo perché l’avete scritto nella Bio di Instagram.

Se odiate porre dei limiti al vostro lifestyle.

Se amate l’avventura ma allo stesso tempo la pace e la tranquillità.

Per tutti questi motivi adorerete vivere senza sentire il bisogno di fare figli e apprezzerete tutte le proposte di viaggio in location childfree che stanno iniziando a prendere piede anche in Italia.

Le “mamme pancine” non approvano ma in realtà questa iniziativa “only adult” è nata in America proprio da una madre che voleva prendersi una pausa dai figli e godersi un momento per sé stessa con suo marito.

Niente bambini che urlano o che corrono tra i tavoli del ristorante o in albergo nella zona relax.

Senza figli non avrete il problema di decidere dove lasciare il “Nano” con la preoccupazione (mi riferisco ai genitori più apprensivi) di chiamare ogni 5 minuti i nonni o la babysitter.

Qualunque occasione o esperienza “fuori porta” di coppia o con gli amici potrete accettarla senza remore.

Non dovrete nemmeno rinunciare alla possibilità di fare una vita on the road.

A proposito, se state valutando questa possibilità ma non sapete da dove iniziare, vi suggerisco questo articolo: Viaggiare in coppia da nomadi digitali.

2) Vuoi vivere senza figli: l’ambiente ti ringrazia

Sei ambientalista, o lo è il tuo partner, e volete vivere senza figli?

Ecco un buon punto a vostro favore: da anni ormai gli scienziati segnalano il problema della sovrappopolazione mondiale.

Più nascite comportano maggiore necessità di cibo, acqua e ossigeno. Questo porta a notevoli conseguenze come l’aumento dell’inquinamento, dell’anidride carbonica, del surriscaldamento globale e la diminuzione delle risorse disponibili.

Per contro, alcuni Stati nazionali, come l’Italia, promuovono numerose campagne per incentivare nuove nascite e avere un miglior ricircolo generazionale. Questo permetterebbe di aumentare la forza lavoro, diminuire il gap fra numero di nascite e numero di morti e migliorerebbe l’economia.

Senza figli avrete un minor impatto ambientale ma il PIL vi ringrazierà un po’ meno.

3) Si può vivere una vita piena di amore e felicità anche senza figli

Sfatiamo il mito dell’infelicità della vita senza figli.

Tu e il tuo partner avete trovato l’equilibrio e il benessere nella vita di coppia e desiderate vivere senza figli?

Vi amate, siete felici e siete circondati dall’amore dei vostri amici e dei vostri familiari?

Non desiderate niente di più dalla vita?

Se avete risposto “sì” a queste 3 domande (a parte “Un Lucano” nell’ultima, più che concesso!) allora non vedo perché dovreste sentirvi oppressi dalle richieste della società di avere figli. Fate ciò che vi rende felici.

Vivere senza figli abbassa le probabilità di avere crisi di coppia che solitamente si affrontano dopo la nascita dei figli. Questo fattore può portare ad avere un rapporto più solido e affiatato con il vostro partner.

Chi ha detto che esiste un’unica ricetta per la felicità?

4) Senza figli le coppie hanno più tempo

Sembra banale ma i figli, si sa, sono una scelta che spesso comporta la rinuncia ad ore che avreste dedicato al lavoro dei vostri sogni o alle vostre passioni.

Vale però anche il contrario.

Avere un lavoro o una passione che occupa la maggior parte del vostro tempo non vi permetterebbe di dedicarne sufficientemente ai vostri figli.

Basterebbe pensare a tutte le persone (attori, Vips, atleti, personaggi di rilievo ma anche persone comuni) che hanno deciso di avere dei figli dopo essersi realizzate per non rinunciare né alla carriera né ai momenti più belli da trascorrere con i bambini.

Avere più tempo porta anche a rafforzare i legami con gli amici.

Le donne senza figli hanno un ulteriore vantaggio, guadagnano mediamente di più.

5) – figli + salute

Evidenze scientifiche mostrano che una vita senza figli permetterebbe di vivere più felici, con meno stress, meno stanchezza e di godere di una salute migliore.

Incredibile, ma vero, chi sceglie di vivere senza figli tende ad avere uno stile di vita più sano.

Coloro che scelgono una vita senza figli dormono di più e si allenano di più, dato che hanno più tempo per andare in palestra. Inoltre, tengono maggiormente ad avere un’alimentazione equilibrata evitando il più possibile i fast food.

Questo abbassa enormemente le probabilità di essere sovrappeso e/o soffrire di patologie che sorgerebbero in mancanza di uno stile di vita sano.

Per diventare genitori bisogna volerlo.

Decidere di diventare genitori è importante quanto decidere di vivere senza figli.

Bisogna potersi sentire liberi di esprimere le proprie opinioni e di trovare il giusto equilibrio sia nella vita quotidiana che in quella di coppia.

Anche molte celebrità hanno deciso di vivere senza figli: Jennifer Aniston, Sabrina Ferilli, Cameron Diaz, Leonardo DiCaprio, Kim Cattral, Lucia Ocone, Oprah Winfrey, Roberto Benigni e molti altri.

Un esempio iconico di libertà d’espressione su questo argomento è Corinne Maier psicanalista, economista, scrittrice francese e madre di due figli, nel 2007 pubblica il libro “No kid. Quaranta ragioni per non avere figli” per sensibilizzare e far capire alle persone che avere un figlio non deve essere una decisione presa alla leggera.

Altre letture consigliate:

Se ti sono piaciuti questi libri, lascia un commento.

Studio Marketing, comunicazione aziendale e mercati globali presso l'Università degli studi di Milano-Bicocca.

Di Erika Brasca

Studio Marketing, comunicazione aziendale e mercati globali presso l'Università degli studi di Milano-Bicocca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Exit mobile version