Categorie
Relazione e crisi di coppia

Vivere da separati in casa: come convivere con un ex

Vivere da separati in casa è la scelta migliore per te? Questo articolo ti aiuta a capirlo e ti offre alcuni consigli pratici per vivere con il tuo ex nel modo più sereno possibile e per evitare di rendere la vostra casa un campo di battaglia quotidiano.

Convivere è sempre difficile; ancora di più se svanisce l’amore. Vivere da separati in casa è però una scelta diffusa, a causa di problemi economici o di maggiore comodità, ma non sempre è una scelta facile.

Se vuoi capire come convivere con il tuo ex senza rendere la casa un campo di battaglia sei sull’articolo giusto.

Alcuni consigli pratici per vivere da separati in casa

Definite i confini in casa

Quando si decide di vivere da separati in casa bisogna pensare bene a ciò a cui si va incontro: non a tutti può piacere l’idea di condividere spazi, abitudini e faccende con una persona con la quale si ha appena finito di litigare.

Per superare queste difficoltà il primo passo dopo la separazione è quello di definire i confini nella casa: stanze separate, orari di pranzo differenti e gestione delle stanze in comune sono fondamentali per ridurre al minimo le possibilità di litigare, soprattutto durante la prima fase della rottura.

Decidere di vivere da separati in casa implica infatti il saper rispettare la privacy dell’altro, ancora di più che durante la relazione.

Sarebbe quindi bene dividere le stanze da letto e i bagni; si può inoltre cercare di evitare di mangiare alla stessa ora per non creare situazioni imbarazzanti e di tensione. Infine, bisognerebbe stabilire per quali orari una stanza in comune è “prenotata” per sé e per quali si dovrà invece cederla all’altro, in modo che i tempi non si accavallino.

Discutete subito delle questioni economiche

Si tratta di una questione spinosa, ma necessaria da affrontare: l’ideale è che le spese vengano divise 50/50 o secondo le possibilità economiche di ciascuno.

Ovviamente affrontare questo discorso è più facile per coppie in cui le entrate di entrambi sono in grado di supportare le spese, ma anche per coppie in cui a lavorare è solo uno dei due o in cui le entrate non sono eque è necessario accordarsi fin da subito per la gestione dell’affitto, delle bollette, del cibo e di tutte le spese necessarie per continuare a convivere.

Non si può certo far sì che a causa di una rottura e di un mancato accordo aumentino, ingiustamente, le proprie spese.

Se ti interessa approfondire la questione degli aspetti economici in una convivenza ti consiglio di scaricare Goodbudget, un’applicazione gratuita per dispositivi Android e iOS che permette di gestire le spese, di pianificare il pagamento di bollette e di condividere il budget con i tuoi coinquilini.

Ti consiglio inoltre la lettura di questo articolo, che offre consigli per gestire le spese durante la convivenza molto utili anche se ci si trova a vivere da separati in casa.

 

Definite come gestire la pulizia della casa

Quello della pulizia della casa è argomento di discussioni anche in una coppia innamorata, quindi è scontato dire che lo possa essere per due ex che si trovano a vivere da separati in casa.

Per evitare di far emergere discussioni bisogna quindi stabilire dei turni di pulizia.

Non è infatti il caso di aggiungere alla situazione già complessa anche dei litigi per decidere chi deve scendere a buttare la spazzatura.

Il mio consiglio, in realtà, è quello di stabilire questi turni solo per gli spazi comuni, mentre per gli spazi separati sarebbe meglio che ognuno pulisse solo per sé, sia per fare in modo di non chiedere aiuto all’altro sia per ridurre le discussioni legate alla sporcizia dell’altro, che diventerà così un problema solo, appunto, dell’altro.

Questo serve anche per eliminare la dipendenza nelle faccende e per fare in modo che i confini dei propri spazi si evidenzino ancora di più.

 

Non rendere il vivere da separati in casa più strano di quello che è

Ecco l’ultimo consiglio, che però è forse il più importante.

Lo so, è difficile che la convivenza con un ex possa non essere strana. Tuttavia, bisogna cercare di rendere la situazione il meno innaturale possibile per continuare a vivere serenamente all’interno della stessa casa, la quale dovrebbe essere il luogo di tranquillità e serenità per eccellenza.

Il mio consiglio a riguardo è di non cambiare le tue abitudini, o meglio, te stesso/a.

Per vivere da separati in casa sarà infatti necessario rivedere alcune piccole abitudini, ma non bisogna rendere le cose imbarazzanti risultando estremamente educati, evitando di parlare quando necessario o smettendo di controllare i propri social, guardare la tv sdraiati sul divano o ordinare una pizza d’asporto per riprendersi da giornate no.

Farlo significherebbe creare una situazione imbarazzante e stressante che renderebbe il vivere da separati in casa ancora più difficile.

E i figli di separati in casa? Come comportarsi

Lasciarsi con il proprio partner è sempre stressante, e lo è ancora di più se si decide di vivere da separati in casa; la situazione può diventare ancora più complessa se ci sono figli in comune da gestire.

In questi casi è necessario comunicare subito ai propri figli della separazione, rassicurandoli sul motivo della decisione per evitare che nascano in loro sensi di colpa legati a questa scelta.

I figli hanno bisogno di chiarezza, e non di incertezze, bugie o manipolazioni.

Bisogna inoltre ridurre al minimo i litigi davanti a loro: coinvolgere i bambini non può che immischiarli in una situazione spiacevole che può portare anche danni emotivi.  Decidere di separarsi dal proprio partner non significa infatti decidere di separarsi da genitori: in casa i bambini devono percepire un’unione, anche se non dal punto di vista affettivo.

Bisogna però considerare che per il bene dei figli si può decidere di vivere da separati in casa, ma sempre per il loro bene è necessario che questa scelta sia realmente la migliore: spesso, infatti, vivere in case diverse, lasciare spazi all’altro e condividere l’educazione e la gestione dei figli in modo responsabile è la scelta giusta per separare la relazione con il partner dalla relazione con i figli.

Vivere da separati in casa: ritorno di fiamma

E se non è ancora finita? E se vedendolo tutti i giorni in casa inizia a mancarti?

Può succedere che, dopo una separazione, il convivere con il proprio ex faciliti l’emergere di una sua mancanza, della condivisione del letto o dell’abbraccio a ritorno dal lavoro.

Se si pensa che questa sensazione sia presente in entrambi o che questa mancanza sia talmente forte o da ricominciare la relazione o da terminare la convivenza per non starci male, è necessario compiere un primo passo, parlarne e prendere una decisione condivisa.

Che sia per il bene della coppia o che sia per il benessere personale, in questi casi, un dialogo sincero è fondamentale.

A volte è l’orgoglio a frenare questa spinta, ma come recita una famosa frase

Mentre l’orgoglio vince, le persone si perdono.

È quindi giusto non prendere decisioni impulsive, ma se l’amore resta da entrambe le parti e se l’altro continua a trasmetterti affetto, sicurezza e felicità, beh, perché non lasciare da parte l’orgoglio e riprovarci?

Quindi, vivere da separati in casa è la scelta migliore per te?

Per vivere da separati in casa è necessario che tale convivenza implichi rispetto anche una volta svanita l’intimità, con sincerità e chiarezza per le questioni che necessariamente richiedono decisioni comuni, e responsabilità e rispetto nei confronti dell’altro nella quotidianità.

Vivere da separati in casa può essere una buona idea per diversi motivi, ma ricorda che ci vuole molta forza di volontà.

In molti casi si tratta infatti di una scelta scomoda, che obbliga a rivedere la propria routine quotidiana, ed è quindi necessario stabilire che questa sia davvero la scelta migliore e che si sia realmente in grado di affrontarla.

In caso capissi che quella del vivere da separati in casa non è la scelta migliore per te, ti consiglio di leggere questo articolo, che ti offre dritte importanti per affrontare la fine di una convivenza.

Consigli di approfondimento sul tema “vivere da separati in casa”

Ecco dei libri che puoi leggere se sei interessato ad approfondire il tema della separazione in casa.

Nel libro “Dai figli non si divorzia. Separarsi e rimanere buoni genitori” l’autrice affronta il tema della separazione dal punto di vista dei figli, basando le proprie affermazioni sulle testimonianze di figli ormai adulti di coppie separate.

Il libro “Psicologia della famiglia. La prospettiva sistemico-relazionale” è invece un libro che tratta i diversi tipi di problemi familiari dal punto di vista psicologico; più che offrire dei consigli pratici, dunque, questo libro è interessante per chi vuole comprendere le dinamiche che sottendono alle relazioni familiari.

Ti consiglio inoltre dei film che trattano il tema del vivere da separati in casa in modo interessante e divertente.

Il primo, “Bajo el mismo techo“, è un film spagnolo che tratta in modo divertente il viaggio di una coppia che, dopo la separazione, deve continuare a vivere sotto lo stesso tetto in quanto entrambi sono a corto di soldi e il non riuscire a vendere la casa non lascia loro altre alternative.

Il secondo, “La guerra dei Roses“, è invece un classico film del 1989 che racconta di una coppia di coniugi che, dopo anni di sereno matrimonio, decidono di divorziare ma continuano a vivere da separati nella stessa abitazione in quanto nessuno dei due vuole lasciare la casa in cui hanno vissuto per anni.

Una volta che hai letto i libri o hai visto i film lascia un commento qui sotto dandoci la tua opinione.

Sono Giulia, una studentessa di scienze psicosociali della comunicazione all'Università di Milano Bicocca. Amo l'arte, la fotografia e la comunicazione, e mi ritengo una persona molto creativa e con molta voglia di fare.

Di Giulia Maestri

Sono Giulia, una studentessa di scienze psicosociali della comunicazione all'Università di Milano Bicocca. Amo l'arte, la fotografia e la comunicazione, e mi ritengo una persona molto creativa e con molta voglia di fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Exit mobile version