Categorie
Consigli sulla Convivenza coppie

I linguaggi dell’amore: come dire “ti amo” all’anima gemella

Non vedi riconosciuti gli forzi per amare l’altra persona? Spesso il problema è che parlate due linguaggi dell’amore differenti. Se vuoi migliorare il vostro rapporto e la comunicazione di coppia, sei capitata nel posto giusto.

Mi sono sempre chiesto se tra i linguaggi dell’amore quello da adottare fosse diverso in base alla persona che ho davanti, oppure ce ne fosse uno da utilizzare in ogni situazione, con la pretesa di essere accettato per come sono.

La verità è che superata la fase dell’innamoramento, ovvero quel momento in cui scoppia l’amore e tutto è concesso, per intenderci, le cose si fanno difficili. È come se quella situazione di entusiasmo inziale cominci a svanire ed iniziassero ad emergere quelle piccole cose che ci infastidiscono della nostra anima gemella.

Una delle problematiche più ricorrenti nelle coppie in crisi deriva dal fatto di parlare linguaggi dell’amore diversi tra loro, motivo per cui nascono problemi ed incomprensioni.

Immagina di avere davanti diversi tipi di carburante, non faresti mai benzina ad un’auto che va a diesel, giusto? Qui sei nella stessa situazione: è inutile fare litigi accusando l’altra persona di non essere capiti, perché fino a quando continuerai ad ignorare il vero motivo, ovvero che parlate due linguaggi dell’amore totalmente differenti, non cambierà nulla.

Nonostante ti possa ostinare a riempirla di litri e litri di benzina, la macchina dell’amore non si muoverà di un solo centimetro. E anche dire ti amo può essere importante.

 

Mostrare come il funzionamento della coppia dipenda anche dal capire i linguaggi dell'amore di ciascuno

I linguaggi dell’amore: quali sono e come riconoscerli

“Che lingua parli tu?” cantava Jovanotti nella sua hit “Un raggio di sole”.

Per tenere vivo l’amore con l’anima gemella, è chiaro che bisogna saper comunicare in maniera efficace: bisogna capire in che modo darlo e riceverlo, essendo che potrebbe essere diverso da come lo intende il partner. Da qui nasce la necessità di capire i diversi linguaggi dell’amore che ognuno utilizza in modo da saperli riconoscere, per poi poter applicare quello che è più adatto alla relazione e mantenerla duratura.

Parole di affermazione

Uno dei bisogni umani più profondi è quello di sentirsi apprezzati: se riconosciamo nella nostra anima gemella una persona che dà molta importanza alle parole e ai complimenti, utilizzare questo tra i linguaggi dell’amore significa non risparmiarsi se si tratta di frasi incoraggianti ed elogi, essendo che potrebbero far sentire il partner apprezzato e amato ogni giorno, anche se si tratta di affermazioni semplici.

Queste parole consistono quindi in complimenti verbali, in modo da portare positività nella routine e accrescendo sicurezza nel nostro partner.

Tempo di qualità

Per altre persone i complimenti non sono abbastanza: per alcune dedicare tempo di qualità alla persona a cui teniamo significa dimostrare amore.

Tra i linguaggi dell’amore, questo si traduce con non solo l’essere presenti, ma prestare attenzione in via esclusiva e ascoltare i suoi bisogni, senza fare altro. Un marito che dialoga con la moglie, ma nel frattempo utilizza il telefono, non sta parlando lo stesso linguaggio: diventa fondamentale anche la gestione della variabile tempo in una coppia (scopri come).

E in questo caso dire ti amo non farebbe grande differenza.

Ricevere regali

Spesso invece si ha la necessità di segni chiari e visibili: può essere che l’anima gemella interpreta i doni come espressione di amore per sentirsi apprezzata.

Tra i diversi linguaggi dell’amore è quello più comune: in questo caso il gesto è più importante del bene materiale e vale molto di più di ogni occasione in cui dire ti amo.

Azioni quotidiane

A volte partecipare ai lavori domestici può essere un gesto d’amore. Ciò significa dimostrare alla persona amata che non è sola, che siamo disposti ad aiutarla condividendo anche le fatiche pur di rendergli la giornata più semplice. In altre parole, parlare questo linguaggio d’amore significa prestare attenzione ed eseguire azioni, seppur piccole, senza che ci vengano chieste.

Contatto fisico

Ci sono infine persone che usano il corpo per dire “ti amo”. Utilizzare  il contatto fisico tra i linguaggi dell’amore va ben oltre il semplice sesso, che certamente è importante, ma a volte bastano piccoli gesti come carezze, tenersi per mano, abbracci, che per chi parla questo linguaggio sono sinonimo di dare importanza.

Se ripenso al quesito iniziale la risposta mi sembra scontata, come posso pretendere di aprire una porta se non conosco prima la chiave da utilizzare?

Ci hai mai pensato?

Prima di proseguire prendi un foglio e prova a scrivere in quale dei linguaggi dell’amore descritti ti rispecchi di più, scrivendolo al termine in un commento qui sotto.

Conoscere sé stessi è il punto di partenza per essere in sintonia con gli altri!

Come scoprire se è l’anima gemella: segni per riconoscerla

Abbiamo capito come ogni macchina abbia bisogno di un carburante apposito, tuttavia siamo sicuri che stiamo guidando quella giusta per noi?

Di nuovo siamo davanti ad una domanda che può sembrare difficile e come ogni persona mi sono chiesto se fosse possibile capirlo. Ho passato un pomeriggio intero a cercare in rete la cosiddetta “formula magica” che, ahimè, non ho trovato.

Ho voluto però riassumere gli elementi più ricorrenti che potrebbero fornire indicazioni utili riguardo l’anima gemella e quale tra i linguaggi dell’amore utilizza, per capire se sia davvero compatibile.

Nonostante una relazione non sia sempre facile, la persona amata deve farti sentire al sicuro. Cerca di definire le tue emozioni: la tua anima gemella deve trasmetterti una sensazione di pace e deve farti sentire protetta, come quando sei a casa. Quando percepisci sicurezza nell’altra persona, non solo comunicare con gli stessi linguaggi dell’amore aumenterà la vostra sintonia, ma ti verrà naturale essere te stessa e mostrarti per ciò che sei davvero. Non hai bisogno di fingere perché sai che anche mostrando i tuoi difetti, sarà capace di superarli ed accettarli.

 

Prima di tutto siete amici, l’intesa è fantastica e non c’è nulla che non puoi dirgli, vi capite al volo grazie ad una grande empatia per cui a volte basta uno sguardo. È intenso, ti rende felice e ti fa sorridere. Molte volte la tua felicità dipende proprio dai suoi successi e viceversa, per cui vi spronate entrambi a diventare persone migliori. Infine, la tua anima gemella ti rispetta e viceversa, entrambi sapete che dimostrare amore significa anche concedere i propri spazi, senza essere assillanti

(Se vuoi approfondire il tema degli spazi vitali nella coppia, clicca qui).

Sicuramente ci sono altri elementi da considerare, tuttavia reputo questi come degli indizi che se riconosciuti nella tua anima gemella è probabile che siate compatibili e probabilmente che stiate parlando lo stesso tra i vari linguaggi dell’amore.

Di nuovo, cosa ne pensi dei punti elencati? Come prima continua ad appuntare in quali ti ritrovi, lasciando un commento sotto l’articolo se sei d’accordo ed eventualmente raccontando una tua esperienza.

Dimostrare amore senza dire “ti amo”

Il partner si è rivelato essere la tua anima gemella e hai capito anche quale sia il suo linguaggio utilizzato in amore, a questo punto ciò che rimane da fare è dimostrarglielo, senza risultare banale. Ci sono modi e modi di dimostrare l’amore, sebbene alcuni possano risultare più scontati di altri.

Tieni presente che la persona al vostro fianco sa di essere amata anche senza sentirsi dire ti amo dieci volte al giorno, e anche se venisse ripetuto in maniera assillante, non aumenterà il sentimento che prova. Non basta comprendere quale tra i linguaggi dell’amore è quello parlato dal partner, anzi, uno dei rischi più grandi è cadere nella monotonia senza nemmeno rendersene conto, portando addirittura a stupidi litigi di coppia (scopri come risolverli in 5 minuti).

… Imparerò storie da raccontarti, inventerò nuove parole per dirti che ti amo come non ho mai amato nessuno, affermava Frida Kahlo”.

Ciò che è importante, è riuscire a far sentire speciale il vostro partner e dimostrarglielo sapendosi reinventare.

Sorprendilo senza una ragione apparente, ascolta le sue storie, portalo in un bel ristorante, cucina i suoi cibi preferiti, scrivigli lettere, mandagli messaggi quando non siete assieme e prenditi cura di lui quando sarà necessario.

Leggi anche l’articolo Come sorprendere il partner: rimedi per combattere la noia e Cucinare insieme: come riaccendere la passione nella coppia

L’amore non è magico senza un pizzico di pazzia, per cui una volta capito quale tra i linguaggi dell’amore utilizza, conquistalo tramite gesti e azioni che dimostrano quanto ci tieni a lui.

A volte sforzarsi a cercare nuovi modi per stupire la tua anima gemella è un segno che dimostra come l’amore non sia cambiato nel tempo.

L’amore all’anima gemella si dimostra ogni giorno

Secondo il terapeuta Ovedia Rosales, dimostrare costantemente amore ad una persona in maniera sempre diversa aumenta in lei la voglia di ricambiarci. La cosa più difficile in amore è la costanza, perché se le farfalle nello stomaco ed il batticuore iniziali li superiamo tutti, in pochi continuano a mettere in gioco i propri sentimenti nel tempo.

Se è veramente l’anima gemella che desideriamo nella nostra vita, dobbiamo fargli capire che la vogliamo al nostro fianco: capire quale tra i linguaggi dell’amore utilizza aiuta a dimostrarlo con i fatti oltre che a parole, portandoti ad amarla due volte.

In conclusione, se innamorarsi non è una scelta e può accadere per caso, amare una persona certamente lo è. Capire i linguaggi dell’amore ed individuare persone compatibili possono aiutare a farlo, tuttavia ogni storia d’amore, anche quelle vere, passano momenti difficili e sta a noi decidere se perdere l’occasione o alimentarle nel tempo e costruirle giorno per giorno.

Se sei curiosa di approfondire i linguaggi dell’amore ti invito a leggere il libro di Gary Chapman, tuttavia spero che questo articolo ti possa essere servito a chiarire le idee e perciò ti invito a scrivere un commento se ti è stato utile, condividendo le tue riflessioni.

Laureando in Economia all'Università Bicocca di Milano. Sono appassionato di vendita, marketing e di crescita personale. La mia filosofia? "Il successo, deriva da piccole decisioni, che tutti possiamo prendere, che capitalizzano nel .. tempo".

Di Mattia Cazzamali

Laureando in Economia all'Università Bicocca di Milano. Sono appassionato di vendita, marketing e di crescita personale. La mia filosofia? "Il successo, deriva da piccole decisioni, che tutti possiamo prendere, che capitalizzano nel .. tempo".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Aggiornamenti, news e strumenti per migliorare e vivere meglio in coppia.
    Ti aggiorneremo ogni volta che pubblichiamo un post (una volta alla settimana)

    Per tutti gli iscritti DUE BONUS A SOPRESA nella tua casella e-mail!

     

  • Exit mobile version