Categorie
Relazione e crisi di coppia

Differenza di età in amore. Rischio o privilegio?

Differenza di età in amore: quanto conta? Tutte le risposte alle tue domande le trovi qui! Cosa implica la differenza di età in una coppia, come gestirla e sfruttarla a proprio vantaggio.

Quanto conta la differenza di età in una coppia? Si dice che la differenza di età in amore non sia altro che un numero. Ma siamo davvero sicuri che l’età non conti?
Il gap di età tra i partner è un tema che spaventa molte coppie e genera ancora scalpore tra la gente. Ma è davvero così importante?

Quel che è certo, è che sia molto diffusa tra le coppie. A cominciare dal mondo dello spettacolo: vi dicono niente Demi Moore e Ashton Kutcher, spostati per diversi anni nonostante lei avesse la bellezza di 16 anni più di lui o Catherine Zeta Jones, di ben 25 anni più giovane di Michael Douglas?

Differenza d’età in amore, può essere un ostacolo o un collante per la coppia.

La differenza d’età in amore, così come le abitudini diverse all’interno di una coppia, può essere un ostacolo o un collante per la coppia.

Quando c’è un ampio gap di età che ti separa dal tuo partner le incomprensioni non si faranno attendere. Vi trovate a vivere due fasi di vita diverse e di conseguenza avrete esigenze diverse legate all’età.

Condividendo il quotidiano, a lungo andare, è inevitabile che da entrambe le parti ci sia la voglia e il bisogno di dedicarsi a qualcosa che non sempre rispecchia l’altro.

La differenza di età in amore porta a fare proiezioni mentali e calcoli a lungo termine che possono mettere in dubbio la coppia. Alla lunga, 10 anni di differenza tra due persone possono influire sul rapporto: si cresce insieme, ma si tagliano traguardi diversi.

Ma c’è anche l’altro lato della medaglia. Proprio in questa diversità di bisogni e di esperienze si trovano nuovi stimoli e differenti punti di vista, che accrescono e ampliano il modo di vivere di entrambi.

Se c’è feeling e emozioni si potrà sviluppare una relazione come le altre.

Spesso i vincoli sono messi da persone esterne. Se ne vale la pena e sei sicura di ciò che vuoi, sono situazioni che dovresti superare senza andare ad inquinare la tua relazione.

Insomma quando si sta bene con una persona il mio consiglio è: non poniamoci limiti logico razionali e viviamocela apertamente!

Come gestire una relazione con un uomo più grande di te

Frequenti un ragazzo molto più grande di te.

Una differenza di età che non avverti se non per piccoli particolari, come il fatto che avete amicizie diverse e lui conta amici già sposati e con figli.

Ma in amore non ci sono regole rigide sulla differenza d’età, puoi anche essere più piccola di lui di 10 o 15 anni, ma avere in comune gli stessi obiettivi e gli stessi valori.

Se c’è feeling e si sta bene l’età è l’ultima cosa che conta! (almeno all’inizio)

Uscire con un uomo di 10 anni più grande all’inizio è intrigante, lo vedi come un uomo realizzato, che sa quello che fa, quello che vuole e soprattutto sa come prenderti.

Non ha niente a che fare con i tuoi coetanei che ti sembrano lontani anni luce (eccezioni a parte ovviamente).

Ha già un lavoro, anni di esperienza alle spalle ed è molto proiettato nel futuro mentre tu, probabilmente, non sai cosa fare della tua vita e vivi alla giornata.

Alt! Non per questo ti devi sentire inadeguata o non all’altezza. Anzi, considerati uguale a lui altrimenti anche il tuo partner inizierà a vederti così. Se vi siete scelti, lui sa perfettamente a cosa sta andando incontro e se così non fosse, meglio farglielo capire subito.

Il fatto che tua sia più piccola non significa che tu debba rinunciare alle tue abitudini, men che meno alle tue amicizie anche se lui le vedrà molto distanti.

Mai, per nessun motivo, devi far pesare la sua età perchè in qualche modo lo stai sminuendo e questo non piace a nessuno.

Non atteggiarti a “donna vissuta” ma neanche come una bambina, se vuoi una storia duratura devi dimostrargli anche altro.

Differenza di età nella coppia: ce n’è una ideale.

I ricercatori hanno osservato che le coppie con una differenza d’età di 5 anni, hanno il 18% in più di possibilità di rompere rispetto a una coppia di coetanei. Se il gap, poi, è di 10 anni e oltre, il rischio sale portando via con sé la speranza di un legame saldo e duraturo.

Queste sono delle osservazioni di massima, una rottura può essere causata da mille fattori diversi. Ma le vere motivazioni potrebbero anche essere legate a diverse fasi della vita della coppia. Come obiettivi e interessi contrastanti.

Fidanzato/a più grande: pro e contro nelle relazioni di coppia

Finché è lui ad avere qualche anno in più, nessun problema (o quasi), ma quando è la donna ad essere matura e lui un ragazzo ? Si tocca un tabù.

Oggi però ci sono le cougar a trasformare il caso raro in un vero e proprio fenomeno, e in una rivendicazione.

Secondo le “donne-puma”, le relazioni con uomini con una decina d’anni (o più) in meno sono di gran lunga più appaganti di quelle con i coetanei.

Un partner più giovane spesso è anche più vitale, appassionato, attivo e divertente, ed è spesso in grado di far vivere all’altro una seconda giovinezza e di rendere emozionante una storia d’amore. A chi non piacerebbe?

E se chi è più giovane regala spensieratezza e spontaneità, chi è più maturo saprà essere rassicurante, sicuro di sé, con le idee chiare.

Dopo l’entusiasmo iniziale, il fatto di essere in due diverse fasi della vita, potrebbe costituire una difficoltà. Si condivide lo stesso sentimento, ma non sempre ritmi e progetti.

Ad esempio, uno dei due spinge per metter su famiglia e per l’altro è troppo presto oppure l’ha già fatto, oppure c’è chi vorrebbe uscire tutte le sere, ma il partner preferisce stare a casa.

Ma chi è innamorato/a, non deve lasciarsi scoraggiare qualsiasi sia la data di nascita del partner.

Perché nessuna lista di pro e contro – anche se è bene considerarli e prenderli come spunti di riflessione – potrà mai predire il futuro di una storia.

Convivenza di coppia: ognuno ha i suoi tempi

Una relazione con qualcuno che è più grande di te può essere impegnativa perché gli obiettivi e le aspettative per il futuro possono differire.

In una coppia è giusto aspettare le tempistiche dell’altro. Stare al passo con i suoi e i tuoi anni. Non è facile trovare una via di mezzo, ma indispensabile per pensare a fare progetti insieme senza mettere pressioni.

Ma che cosa succede quando si affrettano – o si forzano – i tempi della convivenza in coppia a causa della differenza di età in amore?

Quando si accetta la convivenza e si cede alle pressioni dell’altro, nella coppia si crea  uno sbilanciamento, ad esempio il blocco di crescita personale da parte del partner “dominato”.

Prima di intraprendere una convivenza è fondamentale capire che è un viaggio che si fa in due. Devi essere sicura del tuo partner, avere totale fiducia in lui, complicità e la convinzione di voler condividere il tuo mondo con il suo. Senza mai però mettere in secondo piano la tua autonomia personale.

Se senti che ti manchi un pezzo, lavoraci ancora un po’, vivi e goditi la tua relazione con serenità. Lanciati nella convivenza solo quando entrambi siete realmente pronti e sintonizzati.

Consigli di lettura sul tema “differenza di età in amore”

Se sei arrivata fin qui e vuoi approfondire questo argomento ti consiglio alcuni libri che fanno al caso tuo:

Quando li hai letti, lascia un commento qui sotto e iscriviti alla newsletter per rimanere sempre aggiornata!

Gaia Valsecchi, studentessa di Scienze psicosociali della comunicazione (Milano).
Amante di sport, musica e viaggi!

Di Gaia Valsecchi

Gaia Valsecchi, studentessa di Scienze psicosociali della comunicazione (Milano).
Amante di sport, musica e viaggi!

Visualizza archivio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Aggiornamenti, news e strumenti per migliorare e vivere meglio in coppia.
    Ti aggiorneremo ogni volta che pubblichiamo un post (una volta alla settimana)

    Per tutti gli iscritti DUE BONUS A SOPRESA nella tua casella e-mail!

     

  • Exit mobile version