Categorie
Gestione della coppia Consigli sulla Convivenza

Smartworking in coppia: come gestirlo

Il lock-down ha rivoluzionato l’ordinaria routine di lavoro di molte coppie costringendo allo smartworking. Ma la comodità del lavoro da casa è solo apparente se a vivere nella medesima abitazione si è in due. Come evitare di far scoppiare la coppia in smartworking?

Consigli per non impazzire facendo smartworking in coppia

Il lock-down ha rivoluzionato l’ordinaria routine di lavoro di molte coppie costringendo allo smartworking.

Anche dopo qualche mese ci troviamo con maggiore probabilità a lavorare da casa. Le recenti statistiche dicono che 2 aziende su 3 continuano a far lavorare da casa i loro dipendenti, mentre per il 58% lo smart working proseguirà anche nel 2021, il 26% finirà con il 2020. (fonte: Il Sole 24 ore – Lavoro, 2 aziende su 3 in smart working anche dopo l’emergenza )

I conviventi hanno dovuto imparare a gestire gli spazi in casa e a organizzare il tempo in base alle proprie esigenze e a quelle del partner: la comodità del lavoro da remoto è solo apparente se a vivere nella medesima abitazione si è in due.

Ma come evitare di far scoppiare la coppia in smartworking?

 

 

I partner prima si salutavano la mattina per poi incontrarsi nuovamente la sera, dopo un’intensa giornata di lavoro e la maggior parte dei litigi scaturiva dal fatto che ci si vedeva troppo poco o perché uno dei due era così assorto dai problemi lavorativi da trascurare la sua dolce metà.

Ora, lavorando da casa, gli equilibri sono stati scombussolati. Ma non temere, uscire indenni (o quasi) da questa insidiosa nuova convivenza è possibile: ecco come gestire lo smartworking in coppia!

 

Organizzare gli spazi in smartworking in coppia

Andare a convivere era già stata una scelta complicata: condividere le proprie abitudini con un’altra persona, organizzare gli spazi in modo che vengano “equamente” suddivisi (anche se sappiamo che lei ne occuperà sempre di più) … insomma, compromesso era la parola d’ordine. Ora, lavorare da casa insieme al tuo partener si rivela essere una sfida ancora più difficile, se non sai come gestirla.

La prima regola d’oro per uno smartworking in coppia che funziona? Separare gli spazi di lavoro. Se stai pensando che lavorare da casa significhi scambiarsi dolci sguardi tra una riunione e l’altra o stuzzicarvi a vicenda nel bel mezzo di una presentazione, non sei sulla buona strada.

Il mantenimento di un proprio spazio di lavoro è fondamentale. Cerca quindi di dividere gli ambienti della casa con il tuo partner in modo che durante il giorno vi ritroviate a lavorare in stanze diverse; non scegliere la cucina, o luoghi di ritrovo comuni, in modo tale che questi restino spazi intimi della coppia, in cui il lavoro non entra.

 

 

Se non hai la possibilità di fare smartworking in coppia in un luogo della casa diverso da quello del tuo partner, organizza in modo efficiente ciò che hai a disposizione per creare uno spazio di lavoro perfetto per te.

A partire dal tavolo su cui lavorerai, che ti consiglio di suddividere in zone dedicate a te e a lui o lei, fino all’utilizzo di device come auricolari, che ti permettono di isolarti dal rumore di fondo e di non dare fastidio all’altra persona.

Insomma, creare uno spazio individuale, piccolo o grande che sia, è la soluzione migliore per portare a termine una giornata di smartworking in coppia in modo sano e produttivo.

 

Gli orari dello smartworking in coppia

Se prima le coppie si lasciavano la mattina per poi ritrovarsi la sera dopo una giornata sfiancante in ufficio, ora lo smartworking di coppia costringe i partner a condividere totalmente i propri orari e abitudini lavorative. Ma è proprio la condivisione del tuo programma di lavoro che non può mancare durante lo smartworking in coppia!

Fai sapere al partner come si svolgerà la tua giornata lavorativa, metti bene in evidenza gli appuntamenti importanti, le riunioni con il capo… insomma, appendi i tuoi orari sul frigorifero in cucina, in modo tale che la tua dolce metà sia sempre a conoscenza dei tuoi impegni. Questo eviterà (s)piacevoli distrazioni durante eventi importanti.

 

 

Rispetta sempre il tuo orario lavorativo e quello del tuo compagno/a: lavorare da casa non significa potersi prendere pause extra e dedicarsi a faccende domestiche che prima non si aveva il tempo di fare. Mantenere un orario di lavoro normale, pur essendo a casa, è un tassello cruciale per far funzionare lo smartworking in coppia.

Se tu e il tuo partner non avete la stessa capacità di concentrazione e uno dei due si distrae più facilmente, programmate delle pause in cui potete parlarvi e fare il punto della situazione; in questo modo non danneggiate la produttività di nessuno e entrambi rimarrete sempre aggiornati degli impegni lavorativi dell’altro.

 

Consigli che fanno bene alla coppia

Le regole per rendere lo smartworking in coppia produttivo e, soprattutto, per non far si che si trasformi in una tragedia, non sono finite qui. Ecco ulteriori consigli che faranno solo bene alla tua coppia.

    1. Non distraetevi a vicenda. Lo smartworking in coppia è già abbastanza complicato senza che tu interrompa il tuo partener ogni due minuti per fargli vedere l’ultimo meme pubblicato su Instagram. Rispetta gli orari di lavoro e aspetta i momenti di pausa comuni;
    2. Pranzate insieme. Isolarsi durante il lavoro va bene, ma nella pausa pranzo approfitta della presenza del partener per concederti un momento di relax e condivisione. Sfrutta questa opportunità, che di solito non hai: parla dei prossimi appuntamenti lavorativi o semplicemente commenta notizie di attualità;
    3. Evita i litigi. Stare così tanto tempo a stretto contatto con il proprio partner può creare tensione e aumentare l’irritabilità di entrambi. Sii tollerante e porta pazienza: non solo tu sei sotto stress a causa della situazione! Comprensione è la parola chiave.

Fin qui abbiamo visto come gestire lo smartworking in coppia. Ma quando le ore di lavoro giungono al termine, avrai ancora voglia di passare del tempo con la tua dolce metà?

 

La fine della giornata di smartworking in coppia

In situazioni normali, tornare a casa dal proprio partner era il momento più atteso della giornata: ci aspettavano coccole e tenerezze che ci avrebbero fatto dimenticare tutti i problemi affrontati durante la giornata. Ma quando lo smartworking in coppia autorizza l’accesso di questioni lavorative nel vostro spazio di coppia privato, come si possono ristabilire i limiti?

Individuare dei confini è quindi un ultimo passo fondamentale per gestire lo smartworking in coppia: la fine della giornata di lavoro deve essere la fine della giornata di lavoro, per entrambi. Nel caso tu finissi di lavorare prima del tuo partner, rispetta gli orari e sfrutta questo tempo in più per dedicarti alla tua persona o alla casa.

L’importante è staccare completamente quando si finisce di lavorare; quindi fai una doccia, cambiati i vestiti, inizia a preparare qualcosa per cena e concludi definitivamente la giornata lavorativa. È ora di dedicare del tempo alla persona che ami; quindi non farti prendere dalla noia: parla col tuo partner di argomenti per i quali di solito non avreste tempo, sperimentate nuove cose, cucinate insieme e soprattutto non lasciare che la passione si spenga!

Lo sai che c’è un articolo che ti spiega perché cucinare insieme è un buon esercizio di coppia?

Puoi leggerlo qui: Cucinare insieme: come riaccendere la passione nella coppia

 

 

Smartworking in coppia: per concludere

Lo smartworking in coppia può essere considerato come una medaglia a due facce: da un lato la possibilità di conoscere a fondo il proprio partner, la condivisione di ogni secondo della propria vita può risultare allettante, dall’altro scoprire ogni minimo difetto dell’altra persona, aver bisogno di più spazio per se stessi ci può far sentire in gabbia. L’importante è imparare a gestire la situazione al meglio ed essere aperti al dialogo perché (non dimentichiamoci) una buona comunicazione è alla base di un felice e sano rapporto di coppia.

Se hai paura che la noia prenda il sopravvento nella tua relazione, ti suggerisco delle buone idee per occupare i tempi morti e per tenere viva la scintilla dell’amore!

 

Se ti interessa lo smartworking in coppia, ecco alcune letture consigliate

Per approfondire il tema dello smartworking e tutto ciò che concerne la sua gestione, ti consiglio alcune letture interessanti: aiuteranno te e il tuo partener a trovare un giusto equilibrio tra impegni lavorativi e questioni domestiche e ti daranno alcuni consigli su come migliorare la produttività del lavoro da casa:

 

 

 

Non dimenticare di condividere nei commenti la tua esperienza di smartworking in coppia!
Sei riuscita/o a trovare il giusto compromesso o è una tragedia?

Strumenti per lo smartworking di coppia

Ecco per te anche alcuni strumenti che possono facilitare il tuo smart working di coppia, facilitando la vostra organizzazione in casa

 

 

Con questi strumenti, anche molto economici, potrete organizzarvi in modo flessibile, sfruttando tutti gli spazi di casa in modo più intelligente e comodo, trasformando in una piacevole esperienza anche lo smarworking in coppia.

Sono una studentessa di Scienze Psicosociali della Comunicazione. Mi piace fare nuove esperienze e condividerle con gli altri. Sono una ragazza creativa e curiosa, che cerca sempre il meglio e la perfezione nei progetti a cui si dedica.

Di Martina Lombardo

Sono una studentessa di Scienze Psicosociali della Comunicazione. Mi piace fare nuove esperienze e condividerle con gli altri. Sono una ragazza creativa e curiosa, che cerca sempre il meglio e la perfezione nei progetti a cui si dedica.

Visualizza archivio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Aggiornamenti, news e strumenti per migliorare e vivere meglio in coppia.
    Ti aggiorneremo ogni volta che pubblichiamo un post (una volta alla settimana)

    Per tutti gli iscritti DUE BONUS A SOPRESA nella tua casella e-mail!

     

  • Exit mobile version