Categorie
Relazione e crisi di coppia I fondamentali della Convivenza

Litigio di coppia: come risolvere in cinque minuti.

Questo è un breve articolo che cerca di dare alcuni consigli per vedere ogni litigio di coppia nel modo giusto. l’articolo fornisce in oltre una serie di consigli pratici per uscire dal litigio nel modo corretto e nel minor tempo possibili

Litigio di coppia: come risolvere in cinque minuti. • litigio di coppia

Litigio di coppia: come risolvere in cinque minuti.

Se per te ogni litigio di coppia è un incubo stai per leggere l’articolo giusto: qui svisceriamo l’arte di litigare in coppia!

Quando litighi con il tuo partner, tendi a vedere la discussione in maniera spesso eccessivamente tragica? Ecco alcuni consigli per imparare a trasformare una litigata in coppia in qualcosa di costruttivo. Litigare in coppia significa avere un conflitto, capirne le ragioni e superare quella situaizone per il futuro.

Guarda la scena di “Perfetti sconosciuti”, in cui il protagonista parla del concetto di “Disinnescare”.

 

Confrontarsi: la base per evitare un litigio di coppia

Confrontarsi vuol dire avere un modo per capire il pensiero dell’altro. Questa è la base per qualsiasi relazione di coppia, specialmente quelle amorose.

Il primo passo per evitare che un litigio di coppia possa diventare estenuante e durare troppo a lungo è capire cosa realmente rappresenta un litigio di coppia, o meglio cosa realmente dovrebbe essere.

Devi vedere una litigata in primis come un confronto, dal quale bisogna uscire migliori arricchendo se stessi e la propria coppia. Un confronto deve essere caratterizzato da un reciproco ascolto, entrambe le parti devono poter esprimere la propria visione e saper ascoltare quella dell’altro accettando che possa essere, almeno inizialmente, molto differente dalla propria. Detto così in due righe è tutto semplice, potrebbe sembrare che basti stare calmi.

In realtà non sarà tutto così facile o almeno non sarà tutto così immediato. Devi capire che le relazioni amorose sono un castello di sabbia che va costruito parte per parte con calma e tantissima pazienza, arrenderti alle prime difficoltà è troppo facile, bisogna vedere il litigio come un’occasione per alzare quel castello e renderlo più bello.

Risolvere un litigio di coppia: saper chiedere scusa

Quando cominci a vedere un litigio di coppia nel modo giusto, hai sicuramente superato una prima difficoltà tutt’altro che banale. Se riconosci il confronto come un’occasione per migliorare, devi anche saper ammettere le tue colpe facendo un passo indietro cercando di mettere al primo posto la relazione e non il proprio orgoglio.

Questa è probabilmente una delle fasi più difficili, perché è sempre percepito come complicato e rischioso dare ragione al proprio partner perché si pensa che l’altro possa abituarsi a questa condizione e si possa cadere in

un’escalation di situazioni in cui il partner si aspetterà che cederai sempre e ammetterai sempre di avere torto, anche quando in realtà non hai commesso nessun errore.

Per evitare questa condizione è necessario ammettere le colpe insieme ragionando veramente su quello per cui si sta discutendo cercando di fare capire all’altro che se hai commesso uno sbaglio sei disposto a chiedere scusa perché sei certo che anche l’altro sarà in grado di fare lo stesso qualora la situazione dovesse essere invertita.

Riprendere il contatto dopo un litigio di coppia

Quando si arriva al punto della discussione in cui si comincia vedere qualche bagliore di tregua è sempre difficile ripristinare il contatto. Questo è ovviamente collegato al discorso che facevamo nel paragrafo precedente. La paura è sempre quella di far abituare il partner al fatto che sarai sempre tu a fare un passo verso di lui/lei.

Per vincere questa paura devi cercare di avvicinarti magari in modo scherzoso ma gradualmente, cercando di coinvolgere l’altro a fare lo stesso in modo che in poco tempo si possa passare da una discussione a un abbraccio o a un bacio.

Sembrerà banale ma come accade per le guerre, spesso sono proprio i trattati di pace a gettare le basi per guerre successive. Devi fare in modo che una discussione si chiuda veramente bene, in modo che riassaggiare il sapore degli abbracci e dei baci possa far ricordare quanto sia brutto il litigio di coppia.

 

Vivere di sorrisi evitando litigi di coppia

Spesso a seguito di un litigio di coppia c’è un momento di stallo in cui si fatica a riprendere a sorridere come si fa sempre.

Se ci fermiamo un attimo a pensare è abbastanza stupido reprimere volontariamente un sorriso o un gesto carino solo perché è appena finita una discussione.

Imparare a godersi ogni momento con il proprio partner sarà anche una cosa banale e scontata ma è fondamentale. E anche litigarein coppia è uno di questi momenti. Certo, non te lo godrai, ma almeno riuscirai a capire quanto sia importante.

Smettila di tenere il muso apposta per fare capire all’altro che sei arrabbiato/a, cogli l’occasione per fare capire che non vuoi più discutere, che litigare in coppia può esser eun momento di confronto in cui vi potete conoscere meglio.

Se necessario prova a dire, proprio esplicitamente, quanto è brutto litigare in coppia. Metti in contrapposizione quei tristi momenti con dei sorrisi, con gesti di dolcezza, perché proprio quei sorrisi sono il motore di ogni relazione.

Viviamo per provare emozioni, per essere felici. Per apprezzare a pieno quanto una persona ci renda sereni, forse abbiamo bisogno anche di momenti meno felici. Dobbiamo fare di tutto in modo che questi momenti siano solo piccole crepe in una vita di coppia fatta di sorrisi.

 

 

 

Alcuni libri per aiutarti nel litigio di coppia:

Questi libri posso aiutarti non tanto a litigare in coppia meno di quanto tu faccia già, ma a trasformare il tuo litigio di coppia in un momento di confronto più costruttivo, che migliori la relazione e che vi aiuti a crescere insieme.

Se hai qualche consiglio, qualche episodio da raccontare o vuoi lasciarci le tue impressioni, lascia un commento qui sotto. E se hai letto i libri che ti abbiamo consigliato, dicci cosa ne pensi nei commenti.

Sono uno studente universitario presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca, dipartimento di psicologia.
In particolare, il corso di studi a cui sono iscritto è quello di Scienze Psicosociali Della Comunicazione.

Di AndreaSandre

Sono uno studente universitario presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca, dipartimento di psicologia.
In particolare, il corso di studi a cui sono iscritto è quello di Scienze Psicosociali Della Comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Exit mobile version