Categorie
Relazione e crisi di coppia

Cucinare insieme alla tua dolce metà: benefici e consigli

Cucinare insieme al proprio partner , porta molti benefici per la coppia: aiuta ad aumentare o a ritrovare feeling, passione, intesa e amore. Ecco come usare la Share Cooking Therapy.

Hai voglia di provare qualcosa di nuovo con il tuo partner? Le vostre abitudini ormai ti annoiano? Vuoi aumentare l’intesa che c’è tra di voi? Ho io la soluzione giusta per te: iniziate a cucinare insieme!

Cucina e amore sono due mondi collegati; infatti, è stato dimostrato da diversi studi che cucinare insieme porta molti benefici alla coppia. Benefici che non dipendono dalle abilità che hanno in cucina i due partner, ma solo dalla voglia che hanno di stare del tempo con l’altra persona, collaborare insieme e impegnarsi al massimo.

La “Share cooking therapy” o “cucinare insieme”

La “Share cooking therapy”, cioè il cucinare insieme, è un nuova cura per le coppie in crisi. I terapisti  la usano  sempre di più per far ritrovare dialogo, complicità, feeling ed empatia ai partner. Infatti, secondo essi, la cucina ha la capacità di  far riunire le coppie che hanno dei problemi.
Questa idea è stata dimostrata da uno studio condotto dal “Polli Cooking Lab” cioè il laboratorio di un’azienda toscana, in cui si studiano le tendenze alimentari. Attraverso l’osservazione dei principali social network, blog, forum e community questa ricerca ha cercato di capire come si potesse ritrovare feeling all’interno della coppia e riaccendere la passione.

5 regole fondamentali  da rispettare per la buona riuscita di questa terapia:

  1. liberare la fantasia”: per il  menù perfetto bisogna liberare la mente e lasciarsi ispirare.
  2. stimolare l’olfatto”: oltre agli aromi dei piatti preparati, per rendere il momento ancora più emozionante, bisogna percepire nell’ambiente anche profumi ed essenze.
  3. il menù è un lavoro di squadra”: è necessario scegliere insieme il menù, rispettando le preferenze e i gusti di entrambi.
  4. il tocco magico”: è importante condividere anche l’aspetto manuale della preparazione dei piatti.
  5. l’esaltazione sonora”: ogni rumore di sottofondo ha una sua importanza perché è parte del momento. Perché non accompagnare tutto anche con della buona musica?

Quali sono i benefici di questo momento di condivisione?

Innanzitutto, decidendo insieme cosa cucinare, i partner  sono portati a comunicare  tra loro e ad ascoltare le preferenze, i bisogni e i desideri dell’altro.

Inoltre, cucinare insieme stimola la creatività e richiede collaborazione e coordinazione.

In aggiunta, in molti casi, la cucina e soprattutto la zona cottura, sono uno spazio ristretto e questo porta i partner a dover stare vicini. Questa diventa quindi un’occasione per entrare in contatto fisico con l’altro e risvegliare emozioni rimaste a lungo nascoste.

Infine, da un recente studio, è stato scoperto che il cucinare e mangiare insieme e la frequenza della vita sessuale della coppia sono collegati…

A proposito di vita sessuale di coppia, piccolo suggerimento: leggi l’articolo in cui troverai  5 consigli utili per mantenere sempre accesa la passione durante la convivenza. … è sempre meglio prevenire che curare!

In conclusione, quindi, cucinare insieme al partner permette di essere felici e rafforzare il legame sentimentale.

Perché cucinare insieme deve diventare un’abitudine nella vita di coppia  ?

A prescindere da come stia andando la vostra relazione e se vi serva o meno la “Share cooking therapy”, cucinare insieme alla vostra dolce metà è importante che diventi un’abitudine, se non di tutti i giorni, quanto più frequente possibile.

Infatti, dopo una lunga giornata di lavoro, ritrovarsi ai fornelli è un modo per rilassarsi mantenendo comunque mente e corpo attivi.
Inoltre è un momento di riavvicinamento e interazione della coppia.
In aggiunta permette alla serata di non ridursi a una noiosa, silenziosa e passiva consuetudine, che si potrebbe creare rifugiandosi subito sul divano a vedere la tv.
Infine, in questo modo, il cucinare non è più vissuto come un dovere noioso e monotono di uno solo dei due, da compiere senza troppa voglia e interesse, ma gli viene riconosciuto il tempo e l’importanza che gli spettano.

Cos’ è meglio evitare mentre si cucina insieme

L’importante è fare attenzione a delle piccole cose per non finire a litigare tra i fornelli e trasformare tutto in un dramma.

Innanzitutto se il partner non è d’accordo oppure è svogliato, evitate di obbligarlo.

Inoltre dovete abbandonare ogni comportamento da “padrone/a  della cucina” e da “maniaco/a del controllo” e lasciare spazio anche all’altro.

Aiutatelo nelle varie fasi di  preparazione e fatelo partecipare attivamente, magari dandogli i compiti più semplici. Non mettetelo in soggezione con osservazioni che per voi  sono ovvie ma che per l’altro potrebbero non esserlo.

Anche se non otterrete un risultato da veri chef, non dategli la colpa ma scherzate insieme sul risultato ottenuto e pensate a quali modifiche potreste fare una prossima volta per una riuscita migliore del piatto.

Per evitare possibili litigi e la successiva rovina dell’umore di entrambi, se non siete cuochi esperti evitate di scegliere delle ricette troppo complicate.

Cosa cucinare insieme: cibi afrodisiaci ….e non solo

Le proprietà erotiche di alcuni cibi sono state celebrate per millenni.
Questi contengono sostanze che migliorano la resistenza, il benessere generale del corpo e l’umore, tutte cose che assicurano una sana vita sessuale.
Molto spesso, invece, hanno altre sostanze che migliorano la circolazione o stimolano il desiderio e la produzione di ormoni.

L’elenco di cibi afrodisiaci include: Pesce, gamberi, crostacei in generale, cioccolato, ma anche peperoncino, zenzero, cipolla e aglio (… non ideali per quanto riguarda invece la questione alito…), avocado, mandorle, zafferano, ostriche.
Inoltre, più particolari ma comunque efficaci, sono  anche la maca peruviana e le bacche di Goji.

Non è necessario, però, creare un menù composto solo da cibi afrodisiaci!
Per esempio, la realizzazione di un primo piatto, come la  pasta fresca fatta in casa, rappresenta la portata ideale. Infatti, la manualità richiesta dalla preparazione di essa è perfetta per migliorare l’intesa fisica della coppia.

Hai capito quali sono questi cibi afrodisiaci ma non hai idee su come cucinarli ? Fatti ispirare dalle ricette con cibi afrodisiaci di “GialloZafferano”  oppure leggi gli articoli di “Donna Moderna” sui cibi afrodisiaci in cui vengono date anche delle ricette per prepararli.
In alternativa, se preferisci avere un libro intero, ti consiglio:

  1. Ricette afrodisiache.Ingredienti d’amore. (2015) di Meko More
  2. Ricette afrodisiache. Scopri come prenderlo per la gola! (2015) di Elena Mandolini

Potreste anche raccogliere le vostre ricette di coppia, utilizzando un bel diario di viaggio, come questo che trovi su amazon per pochi euro, e che può essere un bel regalo sia per lui che per lei.

…quindi cosa aspetti ? Cucina insieme al tuo partner!

Con dei piccoli accorgimenti a cui prestare attenzione per non trasformare tutto in un dramma, non rimangono che gli aspetti positivi e i benefici che porta il cucinare insieme alla tua dolce metà.
Non vi costa nulla provare…magari scoprirete di avere delle doti culinarie nascoste oppure capirete il motivo per cui non avete mai cucinato insieme. Se non funziona questo metodo sono sicura troverete un altro modo più adatto a voi  per ritrovare passione, feeling ed empatia!

Dopo aver messo in pratica tutto ciò che ti ho consigliato in questo articolo, lascia un commento in cui racconti la tua esperienza. Inoltre condividi questi consigli con chi  pensi possa averne bisogno, così da poter aiutare anche loro a rompere la solita monotonia di coppia e ritrovare la felicità!

Sono una studentessa di Scienze Psicosociali della Comunicazione all' università di Milano-Bicocca. Sono una ragazza solare, estroversa, molto curiosa e amante della cucina.

Di Stefania Caccia

Sono una studentessa di Scienze Psicosociali della Comunicazione all' università di Milano-Bicocca. Sono una ragazza solare, estroversa, molto curiosa e amante della cucina.

Visualizza archivio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *