Categorie
Consigli sulla Convivenza

Convivenza forzata in famiglia: in quattro sotto un tetto

Riuscire a sopravvivere alla convivenza forzata in famiglia sta diventando complicato? Riuscire a inventare qualcosa di nuovo è sempre più difficile? Ecco qui per te qualche idea su sport, cinema, cucina e giochi.

Convivenza forzata all’improvviso

Se a gennaio ti avessero detto che saresti stato costretto a vivere una convivenza forzata in famiglia, ci avresti creduto?

La mia realtà, come la tua, è stata stravolta.

Un giorno organizzavo il fine settimana con le mie amiche, il giorno dopo ho scoperto di dover vivere una convivenza forzata in famiglia, in una casa grande il giusto per la vita di tutti i giorni, ma un po’ piccola per un’avventura come questa.

Tutta l’Italia, e non solo, ha dovuto apportare cambiamenti drastici alla sua quotidianità, reinventando gli spazi della casa e imparando a condividerli.

Anche tu hai difficoltà nel gestire la giornata? Fai fatica a convivere con la tua famiglia? Non trovi più qualcosa di nuovo da fare?

Se hai queste difficoltà sei nell’articolo giusto, dove troverai consigli su sport, cucina, film e giochi.

Smartworking dal letto: trovare il proprio spazio durante la convivenza forzata in famiglia

L’outfit da quarantena 2020 prevede: camicia o camicetta, cravatta, magari un trucco primaverile e pantalone del pigiama perché, si sa, gli italiani continuano a lavorare senza rinunciare al comfort casalingo.

È poi importante ritagliarsi uno spazio da dedicare solo al lavoro. È opportuno riuscire a creare un posto tranquillo da dedicare ai propri doveri e mantenerlo, per quanto possibile, separato dagli spazi della vita privata.

Se non sei così fortunato da avere uno studio tutto per te, basta una semplice scrivania con gli strumenti giusti: computer, webcam, presa elettrica multipla e tutti gli aggeggi che ritieni necessari. Per dare il giusto tocco di professionalità durante una videoconferenza metti una libreria sullo sfondo .

Ricorda che lavorare non è tutto: bisogna pensare anche al benessere fisico e mentale. Ritagliati dei momenti per fare ginnastica, per stare con la famiglia e per coltivare i tuoi hobby.

Sala fitness in 2 m2

Dedicare una parte della giornata all’attività fisica è essenziale: muoversi è un modo per non pensare alle difficoltà della convivenza forzata. Alzati dal divano e fai gli addominali!

Palestre e centri sportivi sono chiusi e non si può neanche fare la corsetta al parco. Nasce così l’allenamento a distanza: diverse  associazioni sportive, come l’Atletica Meneghinauna delle principali società di atletica milanesi, hanno dato il via agli allenamenti online con tanto di personal trainer.

Lo so, penserai che fare attività fisica in casa sia un’impresa impossibile, ma ricordati che non si scappa dalla prova costume! Non è necessario avere bilancieri e manubri: basta un pizzico di inventiva e la voglia di mettersi in gioco.

Non ci credi? Ecco qui un esempio di circuito proposto dell’Atletica Meneghina! L’unica cosa che ti serve è un tappetino da yoga, ma anche il classico telo da mare va bene.

Ecco gli esercizi:

  • 40 jumping jack
  • 30 squat
  • 20 affondi (10 per gamba)
  • 10 piegamenti sulle braccia

Il percorso è da ripetere 4 volte, ma se sei alle prime armi fai ciò che riesci.

Se trovi il tempo pensa anche a una doppia sessione di allenamento. La prima appena sveglia, così da iniziare la giornata con un bel risveglio muscolare. La seconda la sera per rilassare i muscoli dopo una giornata seduti, con una decina di minuti di stretching.

Tips: se vuoi fare un allenamento di forza e non hai manubri e bilancieri puoi riempire delle bottiglie con acqua o riso per renderle più pesanti.

Ristorante in cucina: chi è il nuovo chef della famiglia?

Quando la cucina non è occupata da video-lezioni tornano protagonisti i fornelli.

In ogni casa nasce lo “chef improvvisato”: colui che fino a ieri non ha mai toccato un matterello e che ora chiama per nome le pentole.

La parola d’ordine è sperimentare. Dolce o salato è indifferente, l’unico limite sono gli ingredienti: lievito e farina sono sempre più complicati da trovare. Questo però non è un limite, ma una sfida: sfoga la creatività!

Lo so, molti pensano che cucinare sia complicato, ma è solo un falso mito! Un buon piatto lo puoi cucinare anche se non sei uno chef stellato.

Esistono molte ricette facili e veloci per i meno esperti, come i Pancakes, ideali per colazioni e merende.

Un consiglio? Cerca di preparare “combo-ricette”: prepara la Pasta Frolla per una bella crostata e con gli albumi che ti avanzano cucina un ciambellone salato.

Cucinare può anche essere un modo per stare in famiglia. Perché non preparare la cena tutti insieme? Scegli tu se fare una pizza, una lasagna o una torta, l’importante è coinvolgere tutti.

Una delle piccole note positive di questa convivenza forzata in famiglia è la riscoperta di vecchie abitudini perdute. Fino a gennaio eravamo abituati alla schiscetta di mezzogiorno in aula o in ufficio. Ora il pasto è tornato ad essere un momento da trascorrere con i propri cari.

Al cinema in soggiorno: chi decide il film?

Scommetto che anche nella tua famiglia la fatidica domanda del dopo cena è: “Cosa guardiamo stasera?”.

La convivenza forzata in famiglia impone di convivere anche con i gusti cinematografici di tutti. In modo razionale bisognerebbe scegliere il film a turno, ma questo meccanismo non funziona mai!

Il mio consiglio è scegliere un film che possa mettere d’accordo tutta la famiglia: no ai film horror e strappalacrime. Le grandi saghe sono sempre la scelta giusta. Prima o poi i cinema riapriranno e ci saranno nuove avventure ad attenderci.

Quindi, perché non rinfrescare la memoria con quelle maratone che non si ha mai il tempo di fare?

Harry Potter, Il Signore degli Anelli, Star Wars sono alcuni dei tanti evergreen, dipende solo dal mondo che più ti piace. Finite le puntate classiche non dimenticarti degli spin-off.

Le piattaforme per guardarli sono molte; l’ultima arrivata è “Disney+” che ha già conquistato i grandi nostalgici e i piccoli apprendisti. Qui potete trovare tutti i grandi classici e le serie tv esclusive come “The Mandalorian”, tratta dal galattico universo di Star Wars.

Consiglio per la serata cinema perfetta? Popcorn fatti in casa!

La procedura è semplice: prendi un po’ di mais secco, mettilo in una padella con un po’ d’olio e aspetta che scoppi.

Attenzione!

Copri la pentola e ogni tanto scuotila. Se il coperchio è trasparente fate vedere la magia dello scoppiettio ai bambini: il divertimento è assicurato. Versali in una ciotola con un po’ di sale e il gioco è fatto.

Sala giochi in salotto: guerra in vista.

Serie tv e film sono infiniti, ma non la voglia di guardarli. La quarantena sta portando molte famiglie italiane a riscoprire i giochi di società. Quei giochi che vengono tirati fuori dall’armadio, impolverati, solo per il giorno di Natale.

I giochi da tavola sono un buon modo per combattere la noia!

Ogni famiglia ha i suoi giochi del cuore, nella mia è Risiko. Come non dimenticare la battaglia per il Kamchatka: io con 14 carri armati e mio papà con 3. Fu una disfatta, ma si sa, la fortuna è cieca.

I giochi di società sono quelli che si propongono sempre e che non si fanno mai. Quante volte hai detto che sono troppo lunghi e che non ne hai tempo? Sicuramente tante.

Quindi, cosa aspetti?

So che anche tu hai Monopoli, il Gioco della Vita (perfetto per i bambini, e non solo!) o Scarabeo in qualche armadio, è il momento di prenderli e divertirti con tutta la famiglia!

Piccolo consiglio: puoi giocare ai giochi più complessi anche con i bambini, basta semplificargli le regole. A Scarabeo potresti raddoppiare i loro punti!

In alternativa ai giochi da tavolo c’è il classico e sempre amato mazzo di carte, proprio quello che tieni vicino ai costumi da bagno e alla crema solare e che usi solo d’estate. Solo 104 carte e infinite possibilità. Scegli se scomporle per giocare a Scopa o tenerle insieme per Scala Quaranta.

Con i più piccoli puoi optare per Rubamazzo con l’opzione somma per imparare a contare. Se hai il mazzo speciale gioca a Uno!

E se non li hai in casa, Amazon ti può aiutare:

Monopoli – Scarabeo – Il gioco della vita – Carte da scala 40

E se non hai Amazon Prime, è giunto il momento di attivarlo! Provalo: è gratis per un mese

 

Quindi? Come sta andando la convivenza forzata in famiglia?

Questo particolare momento storico sta mettendo a dura prova tutti quanti, ma con la giusta mentalità si può cercare di prendere il meglio anche da questa situazione. Questo momento di convivenza forzata in famiglia ci sta facendo scoprire un modo nuovo di vivere la quotidianità, con più calma e tempo da dedicare alla famiglia e ai vecchi e nuovi hobby.

Il consiglio più grande, ma anche scontato, che posso darti è di non sprecare questo tempo. Impara a cucinare, rimettiti in forma, costruisci un orto sul terrazzo. Fai ciò che ti rende più felice.

Convivenza forzata in famiglia: consigli per la lettura

Ecco per te una piccola selezione di libri che fanno al caso tuo in questo momento. Leggili o sfogliali per trovare nuove idee.

E tu? Come stai vivendo queste giornate? Ti sono piaciuti i libri consigliati? Raccontaci tutto nei commenti.

Ho 21 anni e studio Scienze Psicosociali della Comunicazione all'Università Bicocca a Milano. Cucino biscotti quando sono sotto esame, amo scoprire posti nuovi e la fotografia.

Di Beatrice Barucci

Ho 21 anni e studio Scienze Psicosociali della Comunicazione all'Università Bicocca a Milano. Cucino biscotti quando sono sotto esame, amo scoprire posti nuovi e la fotografia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Exit mobile version