Spese di coppia: la guida definitiva. Come puoi risparmiare 5000 euro all’anno senza sforzi.

0

Spese di coppia: la guida definitiva di Convivendo.

Con questo post dedicato alle spese di coppia vi raccontiamo come abbiamo fatto a risparmiare 5.000 euro in un anno senza sforzi.

Scoprirete il nostro metodo per GESTIRE CON SUCCESSO LE SPESE MENSILI di una coppia.

Imparerete a RISPARMIARE MIGLIAIA DI EURO seguendo poche semplici regole.

Vi spiegheremo il nostro metodo per prendere il controllo delle spese di casa in pochi giorni, divertendovi.

Infine vi parleremo della migliore app per la gestione delle spese mensili e…di un antico libro giapponese!

Siete pronti a risparmiare 5.000 euro l’anno senza sforzi?

 

spese di coppia

 

#1 – la nostra storia: come abbiamo risparmiato 5.000 euro senza sforzi

#2 – le spese di coppia: perché tenerle sotto controllo

#3 – controllare le spese di coppia: sì ma COME?

#4 – la migliore APP per la gestione delle spese di coppia

#5 – riassunto finale: come gestire le spese di coppia in pochi semplici punti

 

 

#1 – la nostra storia: come abbiamo risparmiato 5.000 euro senza sforzi

Disclaimer: questa storia è un po’ lunga perchè ci tengo a raccontarti come è nato il nostro metodo per gestire meglio le spese di coppia. Se però hai poco tempo, salta questa sezione e vai direttamente al paragrafo #2: le spese di coppia: perché tenerle sotto controllo. Io ti consiglio di leggere prima la storia 🙂

 

Ti devo confessare che fino a pochi anni fa io e la mia compagna non prestavamo molta attenzione alle nostre spese di coppia.

Cercavamo di goderci la vita, senza esagerare ma anche senza stare a guardare ogni singolo euro speso.

 

Non che andassi ogni mattina a comprare una Ferrari o che cambiassi l’Iphone una volta alla settimana.

Se però avevamo voglia di fare qualcosa di bello lo facevamo senza stare troppo a guardare al portafogli.

 

Se al sabato ci veniva voglia di andare al ristorante ci andavamo senza preoccuparci troppo del conto.

Se ci veniva voglia di andare a fare un weekend al mare…il venerdì si prendeva e si andava in Liguria.

Se ci piaceva un nuovo gadget per la casa, lo compravamo.

 

Insomma vivevamo sereni, ci sembrava di spendere il giusto senza farci mancare nulla.

In fondo lavoravamo entrambi, che problema c’era a godersi un po’ la vita?

 

Certo, ogni volta che prelevavo col bancomat e guardavo quanto rimaneva sul conto mi veniva sempre un po’ d’ansia.

Vedevo che lentamente il saldo si abbassava rispetto a quando vivevo ancora con i miei genitori.

Ma ero fiducioso perché pensavo che “tanto tra qualche anno guadagneremo di più, ora che siamo giovani è giusto godersi la vita!”.

 

Vuoi sapere cosa facevo?

Mi ripetevo che comunque col tempo avrei avuto più soldi e non ci pensavo più.

Che il mio stipendio pian piano si sarebbe alzato e che comunque se avessimo avuto qualche problema finanziario lo avremmo affrontato senza drammi.

 

Sono sicuro che sai di cosa parlo.

Ero come il comandante del Titanic: senza preoccupazioni mi avvicinavo lentamente al disastro nascondendo la testa sotto la sabbia.

 

Il punto qui è che i problemi finanziari non arrivano bussando piano alla porta.

I problemi finanziari ti piombano all’improvviso nel salotto, come un’ospite molto sgradito che non sai davvero come cacciare da casa. E così successe a noi.

 

Un bel giorno (si fa per dire!), ritirando la posta, ci arrivò una brutta sorpresa.

Il condominio dove abitavamo aveva deliberato spese straordinarie per circa 15.000 euro per famiglia da pagarsi nei successivi 4 anni.

C’erano da rifare le facciate, parte del tetto e una serie infinita di altre spese minori che erano state rimandate negli scorsi anni.

Dovevamo pagare 15.000 euro: circa 4.000 euro da versare in più ogni anno!

 

Ti devo confessare che la notizia mi provocò un vero e proprio shock.

Le cifre mi rimbombavano nel cervello.

Leggevo e rileggevo la lettera dell’amministratore.

4.000 euro all’anno!

Quella cifra era più o meno tutto quello che avevamo in banca!

 

Mi venne il panico. Non sapevo davvero cosa pensare.

All’epoca non riuscivamo nemmeno a stare in pari con le spese, figuriamoci trovare 4.000 euro in più all’anno per pagare le spese del condominio!

 

Per qualche giorno iniziai a preoccuparmi seriamente.

Non trovavo altra soluzione che cancellare le vacanze estive e rimandare un sacco di altre cose piacevoli.

La cosa, come puoi immaginare, mi rendeva molto triste.

Mi sentivo in trappola.

 

E poi…sai cosa successe?

Successe che una mattina, pagando i soliti 5 euro per l’ennesimo caffè, brioche e spremuta al bar, ebbi un’illuminazione.

Se volevo continuare a vivere bene e fare le vacanze dovevo capire esattamente dove finivano i nostri soldi.

Ero sicuro che potevamo risparmiare qualcosa e farci almeno qualche weekend al mare oltre a pagare il nostro debito con il condominio.

 

Tornato a casa mi misi a pensare a come fare per registrare tutte le spese.

Mi procurai un’agendina dove cominciai ad annotare ogni spesa, piccola o grande che fosse.

Volevo capire esattamente dove finiva ogni singolo euro speso da me e dalla mia compagna.

Cercai di stabilire qualche categoria: spese per cibo, abbigliamento, tempo libero, auto, spese per casa ecc.

Continuai a raccogliere i dati tutti i giorni: non facevo passare neanche un caffè senza segnarmi sull’agenda quanto avessi speso.

 

Ti devo confessare che all’epoca mi sembrava incredibile pensare di potere risparmiare più di 100 euro al mese.

Però mi dicevo che era meglio che niente, ci saremmo almeno fatti un paio di weekend via dalla città.

 

Dopo un mese la mia agendina si era riempita di un sacco di numeri e cifre: era tutto ma proprio tutto quello che avevamo speso in quel mese!

Mi sedetti al tavolo del soggiorno e mi misi a analizzare tutti i numeri che avevo segnato.

 

Sai cosa scoprii?

Guardando le cifre scritte sull’agenda mi resi conto che buttavamo davvero un sacco di soldi in cose inutili.

Piccole spese che potevamo tranquillamente tagliare senza modificare il nostro stile di vita.

 

Ti faccio qualche esempio.

Avevo scoperto che, facendo entrambi tutti i giorni colazione al bar tutti i giorni, spendevamo circa 10 euro al giorno (caffe brioche e spremuta).

In un mese facevano circa…300 euro!!! E in un anno? Circa…3.500 Euro! 3.500 euro in colazioni al bar!

 

Scoprii anche che spendevamo più di 500 euro al mese in ristoranti (la cena del sabato più qualche altra cenetta casuale nel corso del mese!).

Altre 60 euro a testa alla macchinetta del caffè in ufficio, più di 250 euro al mese in abbigliamento, 80 euro di libri su Amazon e via dicendo.

 

Ero sconcertato e mi sentivo in colpa per quanto avevo scoperto.

A causa della nostra disattenzione, da molto tempo buttavamo via davvero tanti soldi!

 

Avevo però capito che analizzare a fondo quei dati mi avrebbe permesso di capire dove potevamo ridurre le nostre spese senza modificare il nostro stile di vita.

In fondo il nostro debito con il condominio era di 4.000 euro all’anno, potevamo farcela!

 

Mostrai i numeri alla mia compagna: erano tutte ma proprio tutte le nostre spese di coppia di quel mese.

Insieme ci rendemmo conto che seguendo qualche piccola regola potevamo non solo trovare i 4.000 euro che ci servivano per pagare le spese condominiali, ma anche risparmiare qualcosa in più!

Cominciammo ad analizzare tutte le cifre.

 

Facemmo qualche conto: per arrivare ai fatidici 4.000 euro al mese dovevamo risparmiare circa 350 euro al mese in due, quindi circa 175 euro a testa).

Erano parecchi soldi, ma provammo a capire come fare.

Non volevamo stravolgere il nostro modo di vivere, ma pensavamo che stando attenti qualche spesa saremmo certamente riusciti a ridurla.

 

Sai da dove cominciammo? Proprio dalla colazione che aveva dato origine al tutto.

Iniziammo a fare colazione al bar solo nei weekend: in settimana iniziammo a fare colazione a casa, e oltre a risparmiare scoprimmo che era anche meno stressante e più tranquillo sederci insieme in cucina a fare colazione insieme!

Ecco la nostra prima regola del risparmio!

 

Solo con questa regola avevamo già risparmiato circa 8 euro al giorno, quindi circa 170 euro al mese in due considerando 20/22 giorni lavorativi.

Perché 8 euro e non 10? Perché qualcosa dovevamo pur mangiare anche facendo colazione a casa 🙂

 

Continuammo con altri piccoli interventi, ad esempio riducemmo entrambi il numero di “schifezze” comprate alle macchinette dell’ufficio: altri 30 euro al mese e molta salute in più!

Ecco la seconda regola!

Solo così eravamo già a 200 risparmiati…

 

Dai, te la faccio breve.

Spulciando tra le nostre spese ci inventammo una serie di altre piccole regole che in poco tempo di permisero di arrivare e superare la fatidica cifra di 350 euro al mese.

 

Forse ti stai chiedendo: “Ehi, ma quali sono queste regole di cui parli??”

Ok, ora te le racconterò, prima però lascia che ti dica una cosa.

 

Sai perché ti ho raccontato questa storia?

 

Perché credo che parlare delle spese di casa solo con i numeri non ci permetta davvero che cosa vuole dire risparmiare.

Se ti dicessi solo “Fai la colazione a casa” oppure “Prenota i tuoi biglietti aerei prima che puoi” oppure “Mangia una merendina in meno al giorno” tu penseresti “sì va beh che palle, queste cose le so già”.

 

E’ come quando ti dicono: “Per dimagrire deve correggere il suo stile di vita!”.

Tu torni a casa e per qualche giorno provi a cambiare il tuo “stile di vita” evitando le cene con gli amici e bevendo centrifugati.

 

Alla terza cena da soli a casa a mangiare verdura rifiutando gli inviti al giapponese degli amici capisci che cambiare il tuo “stile di vita” significa cambiare (in peggio) la tua vita.

Allora saluti per sempre il dietologo e torni a cena dai tuoi amici.

 

Invece ti ho voluto raccontare questa storia per farti capire che seguendo le regole del risparmio la nostra vita non è per niente peggiorata, anzi!

Ora viviamo più sereni visto che non abbiamo più la preoccupazione dei soldi!

 

Ok torniamo a noi.

Prima di parlarti di come gestire meglio le vostre spese di coppia, voglio parlarti di un’altra cosa.

Perché nella vita per fare le cose bisogna partire…dal perché!

spese di coppia

#2 – le spese di coppia: perché tenerle sotto controllo

Ora che ti ho raccontato la nostra storia, vorrei che ti prendessi qualche minuto per pensare a perché dovresti controllare le tue spese di coppia.

 

Qual è nello specifico il tuo problema con le spese?

Perché e quando dovresti cominciare a prenderti cura delle spese di casa?

 

Il nostro percorso è nato da un’emergenza: la stangata improvvisa delle spese condominiali ci ha costretto a fare qualcosa per le nostre spese di coppia.

Tuttavia sarai d’accordo con me sul fatto che agire nell’emergenza è sempre la cosa più difficile e stressante.

 

Ho elencato qui alcuni buoni motivi per i quali dovresti cominciare prenderti cura delle tue spese di coppia.

Forse non saranno tutti validi per te, e anzi ne potrai aggiungere altri.

Il mio invito però è quello di cominciare a ragionarci.

 

Ecco 7 BUONI MOTIVI (+1!) per cui dovresti TENERE SOTTO CONTROLLO LE TUE SPESE DI COPPIA:

  1. Per migliorare il tuo presente. Ricordati che anche se fai finta di niente (come facevo io!) la preoccupazione inconscia per le tua situazione economica ti può stressare in modo sottile. Possiamo anche far finta di niente e vivere alla giornata, ma sappiamo benissimo che stare in equilibrio precario sull’orlo della bancarotta non è il massimo della vita. Ricordati che con un controllo attento delle tue spese di coppia puoi vivere prima di tutto più sereno!
  2. Per migliorare il tuo futuro. Sei mediamente soddisfatto della tua vita eppure…eppure lo sai, ognuno di noi ha un sogno nel cassetto, un piccolo progetto che vorrebbe realizzare. Oppure il progetto è grande, un giorno vorresti cambiare vita e andare a vivere in un altro paese. Quando quel giorno arriverà avrai sicuramente bisogno di soldi, di un cuscinetto finanziario che ti servirà a investire sui tuoi piccoli o grandi progetti e sulla tua nuova vita. Credimi, se cominci fin da ora a seguire le regole del risparmio, quando arriverà il giorno fatidico di avviare quel progetto o di andare a vivere su un’isola sarai pronto perché potrai contare su una solida base economica.
  3. Per proteggerti dai rischi: nella vita gli imprevisti capitano. A volte un piccolo incidente stradale, una spesa imprevista per la casa, una lavatrice che si rompe all’improvviso possono provocarci molto stress, se non abbiamo le risorse finanziarie per far gestire la situazione. Se cominci già oggi a tenere sotto controllo le spese ti assicurerai un futuro sereno perché avrei sempre in banca i soldi per gestire gli imprevisti!
  4. Per fare qualcosa per i tuoi cari. Non so se tu abbia famiglia, figli, o anche solo un amico meno fortunato che vorresti sostenere. Se cominci fin da ora a gestire bene le spese di coppia, sono sicuro che potrai mettere via i soldi per far studiare i tuoi figli all’estero, oppure per sostenere il progetto di un tuo amico, oppure portare i tuoi genitori a fare quel viaggio che non si sono mai potuti permettere.
  5. Fare qualche viaggio extra. Forse anche quest’anno hai rinunciato al viaggio in Argentina “perché costa troppo”. Se ci pensi bene, quanti soldi ti mancano davvero per fare il viaggio dei tuoi sogni? Io credo non più di 4/5 mila euro. Se cominci a gestire bene fin da ora le spese di coppia, potrai sicuramente fare tutti (ma proprio tutti!) i viaggi dei tuoi sogni!
  6. Per aiutare chi ha più bisogno. Viviamo in tempi difficili. A causa della crisi molte persone hanno perso tutto. Sono sicuro che se smetteremo di sperperare soldi a caso imparando a gestire meglio le spese di casa, molti di voi destineranno parte dei soldi risparmiati a associazioni no profit e a chi aiuta i più bisognosi.
  7. Per farti qualche piccolo regalo extra. Qui andiamo sul venale… Dai, chi non ama un po’ di sano consumismo! Alzi la mano chi non si vorrebbe permettere un nuovo vestito, il nuovo Mac Book Pro, quella borsa o quel paio di scarpe che inseguiamo da una vita! Beh, credo proprio che evitando spese inutili e seguendo alcune regole base del risparmio possiamo permetterci tutti i piccoli lussi che rendono più piacevole la nostra vita…e per una volta senza sensi di colpa!

..+1… e tu? Qual è il tuo perché? Qual è il tuo obiettivo principale per iniziare a tenere sotto controllo le spese di coppia? Pensaci e scrivilo su un foglio che conserverai in un posto dove possa essere sempre ben visibile!

spese di coppia

 

#3 – controllare le spese di coppia: sì ma come?

Ora che abbiamo parlato del perché dovresti tenere sotto controllo le tue spese di coppia, concentriamoci sul COME FARE.

Ti voglio però dire subito una cosa: quando avrai finito di leggere questo paragrafo penserai “ehi, ma è tutto qui!”.

Te lo dico già da ora. Sì, è tutto qui.

Risparmiare in fondo è piuttosto semplice.

 

Se ci pensi bene nella vita sono le cose semplici che fanno la differenza.

Pensa ad esempio al tema della dieta e della perdita di peso.

Se entri in una libreria troverai mille libri sulle diete diverse che puoi fare per perdere peso: dieta a zona, dieta Dukan, dieta del gruppo sanguigno, dieta militare, dieta solo frutta, dieta paleo ecc.

 

Ora, ti faccio una domanda: secondo te, se queste diete fossero così utili perché le librerie sono piene da decenni di nuovi metodi per dimagrire?

In fondo sappiamo benissimo cosa dobbiamo fare per dimagrire (a patto di essere in buona salute).

Dobbiamo fare solo poche semplici cose: mangiare meno, mangiare meglio e tenerci attivi fisicamente (con lo sport o con una vita attiva). Stop.

 

Lo stesso vale per la gestione delle spese di casa.

Per fortuna, però, controllare le spese è molto meno faticoso che tenere sotto controllo il proprio peso!

E non dobbiamo rinunciare a nessuna pizza o a nessun dolce!

 

Ok, torniamo a parlare del come tenere sotto controllo le proprie spese di coppia.

Ora, quello che devi fare è seguire 4 (+1!) semplici passi

  1. Registra TUTTE le tue spese
  2. Classifica e analizza le tue spese di coppia
  3. Crea le tue strategie: pianifica come spendere meno con le regole del risparmio VEDI LINK
  4. Agisci: metti in pratica le tue strategie del risparmio
  5. Controlla come è andata e torna al punto 1

Partiamo dal punto 1.

 

1) Registra TUTTE le tue spese.

Per gestire al meglio le spese di coppia devi capire come e dove spendi i tuoi soldi.

Ad esempio, sapresti dirmi esattamente quanti soldi spendi in un mese per la spesa al supermercato o per le bollette? E per l’abbigliamento?

 

Il nostro obiettivo è quello di capire con precisione dove finiscono gli euro che faticosamente guadagniamo ogni giorno con il nostro duro lavoro. Come fare?

 

Prima di tutto ti consiglio di procurarti un blocco notes (o un’agendina) e una piccola matita o penna da tenere sempre con te.

Saranno i tuoi strumenti per registrare tutte le tue spese.

Io amo da sempre i prodotti della Moleskine, e tu?

 

 

Devi poi stabilire un giorno in cui iniziare la tua attività di registrazione.

Ad esempio potresti iniziare il prossimo lunedì, che ne dici?

 

A partire dal giorno stabilito, devi segnare sul tuo blocco notes tutte le spese che farai per un’intera settimana.

Saranno la tua piccola base di dati da cui partire per migliorare la gestione delle spese di casa.

 

“Ehi, ma devo segnare anche ogni caffè che prendo al bar?”

 

Sì, esatto!

Il mio consiglio è quello di annotare ogni spesa, anche se si tratta di pochi centesimi.

Siamo nella fase investigativa: dobbiamo scoprire dove finisce ogni singola banconota o moneta che esce dal nostro portafogli!

 

Ok, a questo punto dovresti aver deciso che il prossimo lunedì inizierai a registrare le tue spese di coppia: nel frattempo Amazon ti spedirà “carta e penna”!

 

Pronti? Ci vediamo tra 7 giorni quando avrai registrato tutto!

 

2) Classifica e analizza le tue spese di coppia

Ok, è passata una settimana.

Sono sicuro che hai registrato tutte le spese che hai fatto, dalla più piccola a quella più costosa!

 

Perché sono sicuro?

Perché siamo partiti dal perché: sono sicuro che il motivo per cui hai deciso di iniziare a gestire meglio le tue spese di coppia sia veramente importante per te!

 

Possiamo quindi passare alla seconda fase.

Adesso che abbiamo registrato tutte le spese avremo grosso modo un lungo elenco di voci del tipo:

 

2 febbraio

  • 1 euro caffè
  • 12 euro uscita con gli amici
  • 48 euro spesa supermercato

 

3 febbraio

  • 15 euro bolletta
  • 1 euro caffè
  • 3 euro giornali

 

Ecc. ecc.

 

Il prossimo passo è quello di classificare le spese in categorie: es. spese per abbigliamento, supermercato ecc.

Questo perché a noi interessa capire le categorie di spesa principale in un mese per poi trovare un modo di spendere meno su quella voce.

 

Dovremmo arrivare ad avere alla fine del mese un piccolo resoconto diviso in categorie di spesa fatto più o meno così:

 

  • Supermercato: 237 euro
  • Ristorante e uscite serali: 345 euro
  • Bollette: 44 euro
  • Abbigliamento: 186 euro
  • Benzina: 126 euro

 

Perché questo?

Perché spesso singole piccole spese quotidiane diventano una grande spesa se la si vede in un anno.

Pensa comprare tutti i giorni un giornale.

 

“Dai sono 1,2 euro cosa vuoi che sia”.

Già, peccato che in un anno diventino più di 400 euro!

Sono i piccoli comportamenti che provocano i grandi cambiamenti.

 

Tornando a noi, come ti dicevo abbiamo bisogno di classificare tutte le piccole spese della settimana in categorie.

 

Ora, vuoi sapere un’altra cosa?

Io credo che la sofferenza e lo stress non paghino nella vita.

Certo, un minimo di impegno bisogna mettercelo per migliorare, ma non possiamo soffrire se vogliamo essere felici.

 

Quindi abbiamo pensato di evitarti lo stress e la fatica: abbiamo fatto un elenco di tutte le possibili categorie di spesa che puoi usare per classificare meglio le tue uscite.

Scarica subito le CATEGORIE DI SPESA

 

Bene, ora che hai imparato a registrare e classificare tutte le tue spese passiamo alla prossima fase!

 

3) Crea le tue strategie: pianifica come spendere meno con le regole del risparmio

 

A questo punto dovresti avere impostato il tuo blocco notes in modo da poter agevolmente registrare tutte le tue spese di coppia divise per categoria.

Dovresti inoltre aver registrato tutte le tue spese per un mese intero.

Avrai ottenuto il tuo Resoconto delle spese di coppia mensili:

  • Supermercato: 237 euro
  • Ristorante e uscite serali: 345 euro
  • Colazioni bar: 280 euro
  • Bollette: 44 euro
  • Abbigliamento: 186 euro
  • Benzina: 126 euro
  • Estetista: 76 euro
  • Parrucchiere: 268 euro
  • Spese condominiali: 175 euro
  • Assicurazione auto: 76 euro
  • Bollo auto: 247 euro
  • Libri Amazon: 124 euro

 

Ora devi analizzare i dati che hai raccolto per impostare le tue strategie di risparmio.

 

Devi prima di tutto dividere le spese su cui puoi risparmiare dalle spese su cui non hai nessun controllo.

Ad esempio, le spese condominiali o il bollo auto sono spese fuori dal tuo controllo.

Non puoi farci nulla, devi pagare e basta.

 

Concentrati invece sulle altre spese che possiamo chiamare spese variabili.

Analizzando queste spese variabili, dovrai capire quelle su cui secondo te puoi risparmiare qualcosa.

Poi dovrai creare delle tue Regole del Risparmio che dovrai seguire sempre.

 

Hai capito tutto? 🙂

 

Ti faccio un piccolo esempio pratico.

Quando io e la mia compagna abbiamo registrato le spese di coppia del primo mese, ci siamo trovati davanti a un quadro del genere:

  • Colazioni bar: 300 euro
  • Ristorante e uscite serali: 450 euro
  • Macchinette del caffè al lavoro: 85 euro
  • Abbigliamento: 270 euro
  • Supermercato: 237 euro
  • Benzina: 175 euro

 

Analizzando le cifre e ripensando a come eravamo arrivati a spendere così tanto, abbiamo elaborato le nostre Regole del Risparmio che abbiamo cominciato ad applicare dal mese successivo.

 

Quali sono queste regole?

 

Te ne elenco alcune:

1° regola – Colazioni: fare colazione al bar solo nel weekend

2° regola – Macchinette del caffè: bere un caffè in meno al giorno in ufficio

3° regola – Benzina: al sabato uscire con i mezzi pubblici invece che in macchina

 

Come ti dicevo, dal mese successivo abbiamo cominciato ad applicare queste regole.

Sai cosa è successo?

Te lo racconto nel prossimo punto!

 

Prima però voglio farti un regalo.

 

Sono sicuro che tu sei una persona creativa e intelligente, quindi saprai trovare delle Regole del Risparmio che ti permetteranno di ottenere dei risultati eccezionali.

Tuttavia, noi abbiamo già fatto un po’ di lavoro per te.

 

Abbiamo pensato di evitarti lo stress e la fatica.

Per questo abbiamo preparato per te una LISTA DELLE PICCOLE REGOLE SU COME RISPARMIARE SENZA STRESS che puoi scaricare QUI!

Sono sicuro che qualcuna di queste regole ti sarà utile!

 

Inizia subito a risparmiare! Scarica le regole del risparmio!

Le Regole del Risparmio by Convivendo

 

 

spese di coppia

Infine, ti do un suggerimento.

Sarai tentato di inventarti molte regole per risparmiare il più possibile.

E’ comprensibile, anche noi all’inizio abbiamo fatto così.

 

Tuttavia ricordati che le persone sono pigre.

E noi non facciamo eccezione! 🙂

 

E’ come iscriversi nello stesso tempo alla palestra, al corso di cucina, alle lezioni di inglese ecc.

Dopo una settimana lasci tutti i tre corsi e torni davanti a Netflix! 🙂

 

Il mio consiglio invece è questo: trova 2 o 3 REGOLE AD ALTO IMPATTO e comincia ad applicare quelle.

Al limite ne basta anche una.

Ti sarà più facile seguire la regola perché potrai concentrarti solo quella regola, che dopo un mesetto sarà diventata un’abitudine.

 

Dal mese successivo comincerai a risparmiare e ti sentirai sicuramente più contento e motivato.

Lì potrai studiare altre regole, ma inizia piano!

 

Ok, vuoi sapere qual è il prossimo passo?

Continua a leggere!

 

4) Agisci: metti in pratica le tue strategie del risparmio

 

Ora che hai deciso le tue Regole del Risparmio, è ora di metterle in pratica da subito.

Come ti dicevo scegli 2/3 regole al massimo, ma se volete ridurre le vostre spese di coppia dovete iniziare ad applicarle fin da subito.

 

Di solito è abbastanza facile.

 

Le regole che vi darete non saranno traumatiche (NON scegliere cose del tipo “non comprare vestiti per due anni!”).

Si tratta di piccoli cambiamenti che nell’arco di un anno fanno la differenza.

Perché ricordati, una piccola cosa fatta per 365 giorni all’anno diventa una grande cosa.

 

Non ci credi?

Vuoi sapere cosa succede ad applicare solo 2 o 3 Regole del Risparmio?

Guarda cosa è successo a noi!

Come ti dicevo all’inizio ci siamo concentrati solo su 3 categorie di spesa:

 

Categorie di spesa e Spese mensili

  • Colazioni bar: 300 euro
  • Ristorante e uscite serali: 450 euro
  • Macchinette del caffè al lavoro: 85 euro

 

Per ognuna delle categorie di spesa ci siamo creati una piccola Regola del Risparmio

1° regola – Colazioni: fare colazione al bar solo nel weekend

2° regola – Benzina: al sabato uscire con i mezzi pubblici invece che in macchina

3° regola – Macchinette del caffè: bere un caffè in meno al giorno in ufficio

 

Guarda cosa è successo alle nostre spese da ottobre 2015 a novembre 2015, il primo mese in cui abbiamo cominciato a seguire le spese:spese di coppia Hai visto?

Abbiamo risparmiato in un mese circa 180 EURO

Ora, tu mi dirai: “Ok, ma guarda che XXX euro non mi cambiano la vita!”

 

Vero, ma ora ti mostro è successo in un anno.

Confrontiamo qual è stato l’andamento delle stesse spese da un anno all’altro, dal 2015 al 2016.

Come hai visto abbiamo risparmiato più di 2.000 euro solo seguendo quelle 3 regole!

E 2.000, credimi, non ti cambieranno la vita ma un po’ di differenza la fanno.

Incredibile, vero

 

Facciamo un riepilogo:

  • Scegli 2 o al massimo 3 regole per iniziare
  • Applicale tutti i giorni del primo mese. Dopo circa 20/25 giorni queste regole saranno diventate per te un’abitudine e non ci penserai più
  • Alla fine del primo mese fai un po’ di calcoli. Vedrai che avrai già cominciato a risparmiare!
  • Nel mese 2 introduci una nuova regola (solo 1 mi raccomando!)
  • Applica anche questa nuova regola e vedrai che alla fine del secondo mese avrai risparmiato ancora di più!
  • Vai avanti così, usa quante più regole vuoi ma, mi raccomando, devi ricordarti di introdurne solo 1 al mese.

 

Una nuova regola (al massimo) al mese: è questo l’elemento segreto che ti assicurerà il successo nella gestione delle spese di coppia.

 

Se applichi questo principio di successo vedrai che nel tempo le tue spese di coppia si ridurranno fortemente.

Soprattutto imparerai a gestire meglio i vostri soldi!

Smetterai di “regalare” soldi in spese che ti danno poca soddisfazione e concentrerai tutti gli euro che guadagni con il tuo lavoro spendendoli per ciò che davvero migliora la tua vita.

 

5) Controlla come è andata e torna al punto 1

Ok, siamo arrivati alla conclusione del metodo.

Sono sicuro che avrai seguito i nostri consigli adattandoli alla tua situazione.

 

Quello che ti consiglio è alla fine del primo anno di analizzare per bene la situazione.

Scoprirai che alcune delle regole che vi siete dati hanno prodotto un grande impatto, altre invece hanno funzionato meno.

Il mio consiglio è sempre quello di facilitarvi la vita.

Se qualche regola vi crea stress, abbandonatela.

 

In ogni caso, prima di tornare al punto 1, devi fare una cosa: stasera prenota in uno dei migliori ristoranti della città e andate a festeggiare il vostro successo nel gestire meglio le spese di coppia!

 

Ora ti faccio una domanda: ti è piaciuta questa guida?

Spero di sì!

Allora ti chiedo una piccola cosa che per noi sarebbe importante: PERCHE’ NON CONDIVIDI QUESTO POST SU FACEBOOK O SU TWITTER O VIA WHATSAPP?

Tu ci metti un paio di secondi, ma per noi è importantissimo! 🙂

 

Questo post comunque continua!

Ora ti parlerò di come puoi portare la gestione delle spese di casa a un altro livello con un app da ben… cinque euro 🙂

spese di coppia

 

#4: la migliore APP per la gestione delle spese di coppia

Come ti dicevo, vorremmo togliervi ogni stress nella gestione delle vostre spese di coppia.

Diciamocelo: girare con un’agendina in tasca o nella borsa e una penna da tirare fuori ogni volta che bisogna annotare una spesa non è il massimo della vita.

 

Ti voglio confessare che i primi tempi in cui usavo il blocco notes spesso per pigrizia mi dimenticavo di scrivere le spese.

 

E una registrazione delle spese fatta male toglie ogni potere al metodo.

Ricordatelo bene.

 

Poi un giorno navigando su internet ho scoperto che esistevano delle app che servono per gestire le spese.

Ne ho provate molte, direi tutte le più famose.

Da quelle free a quella a pagamento.

 

E dopo molte ricerche ho finalmente trovato l’app perfetta per il nostro metodo.

 

A breve ti rivelerò di quale app si tratta.

Ti voglio però dire subito che non è un’app gratuita.

Il suo prezzo è di ben…4 euro e 99 centesimi!

 

“Come, devo spendere quasi cinque euro per un’app? Siete pazzi?”.

 

Vuoi sapere una cosa?

Anche io qualche tempo fa ragionavo come te.

Ero abituato a pensare che su internet c’è sicuramente qualche app o qualche software gratis che funziona bene.

Perché pagare se posso avere qualcosa gratis?

 

Certo, sacrosanto.

Peccato che questa cosa non sia sempre vera.

Internet ci ha abituato che tutto deve essere gratis, così abbiamo una visione distorta dei soldi che ad esempio di vengono chiesti per un app.

 

Ti faccio un piccolo esempio.

Qualche anno fa, quando gli smartphone non esistevano, si usavano gli sms, che costavano 10/15 centesimi ad ogni invio.

Era facile spendere in un giorno anche 3 o 4 euro per inviare sms.

 

Poi arrivò Whatsapp: era gratis e si potevano mandare infiniti messaggi gratis!

Whatsapp si diffuse a macchia d’olio (ora ha quasi un miliardo di utenti!) e tutti ci abituammo a non spendere più neanche un centesimo per i messaggi.

 

Un bel giorno i signori di Whatsapp, dovendo pagare le spese della propria azienda, presero una decisione drastica. L’app sarebbe diventata a pagamento, al prezzo esorbitante di 99 centesimi!

Hai capito bene, 0,99 euro, meno di un caffè.

 

Ricordo ancora le proteste epocali per Whatsapp che non era più gratis!

 

“Ma come”, pensai, “fino all’altro ieri spendevamo 20/30 euro al mese in messaggini, ora questi ci chiedono di pagare una volta sola meno di un euro e la gente fa le barricate??”

 

Incredibile, successe proprio così. Polemiche a non finire.

Non c’è niente da fare, a volte siamo davvero pigri.

Il nostro cervello a volte funziona così… ovvero ragioniamo malissimo!

 

 

 

Questo per dirti che sì, l’app costa quasi 5 euro, ma credimi: è un micro investimento che ti renderà migliaia di volte i soldi che spenderai.

 

Perché con  questa app potrai davvero portare ad un altro livello la tua gestione delle spese di coppia.

Ora ti rivelerò il nome dell’app in questione.

 

L’app che ti consentirà di portare la gestione delle spese a un altro livello si chiama… Home Budget!

Qui trovi il link al sito ufficiale dell’app:

HOME BUDGET – SITO UFFICIALE

 

Ovviamente trovi l’app sugli store di Apple, Google e Windows, a seconda del tuo telefono:

Home Budget per Apple

Home Budget per Android

Ti consiglio di scaricarla subito!

 

spese di coppia

Home Budget

 

Sai perché è così speciale?

Ora te lo spiego.

 

Vedi, devi sapere che prima di trovare Home Budget io e la mia compagna abbiamo provato diverse app.

Alcune erano davvero belle dal punto di vista grafico.

Altre si potevano agganciare al conto in banca.

Con altre ancora potevi stabilire budget per ogni attività e trasformarti in un contabile.

 

Tuttavia… tuttavia nessuna app si adattava bene a quello che ci serviva per mettere in pratica il nostro metodo per la gestione delle spese di casa.

Poi abbiamo trovato Home Budget.

 

Home Budget non è un’app spettacolare.

Ha una grafica essenziale, non è una di quelle app con un design incredibile che usano ora.

Tuttavia è perfetta per il nostro metodo.

 

Con Home Budget puoi creare tutte le categorie e sottocategorie di spesa che ti servono.

Alcune sono già predefinite.

Ma tu sei libero di creare categorie e sotto categorie come meglio credi.

 

Ad esempio io ho creato una sezione chiamata spese auto, che contiene altre sotto categorie: spese benzina, spese assicurazione ecc.

In questo modo posso configurare il sistema esattamente secondo le spese che faccio.

spese di coppia

Inoltre, altra cosa comodissima, puoi impostare nel sistema le spese ricorrenti, ad esempio il canone mensile per Sky, senza stare a dover reinserire ogni mese il costo dell’abbonamento.

 

Oltre alle spese puoi ovviamente inserire anche le entrate, ad esempio lo stipendio.

Il sistema ti permette facilmente di vedere il totale delle spese del mese o dell’anno, e di confrontarlo con le analoghe entrate.

 

Da quanto usiamo Home Budget mettere in pratica il nostro metodo è diventato davvero più facile.

Perché?

 

Perché ogni volta che devo segnare una spesa basta prendere il telefono, che spesso ho già in mano, in meno di cinque secondi apro l’app, digito la cifra, seleziono la categoria di spesa e il gioco è fatto!

In più, come ti dicevo, tieni conto che inserirei tutte le spese ricorrenti una volta sola e poi non ci penserai più!

 

Ecco di nuovo il link, ti consiglio davvero di scaricare Home Budget che consideriamo la migliore app per la gestione delle spese di coppia.

HOME BUDGET – SITO UFFICIALE

Con Home Budget, credimi, porterai la gestione delle spese di casa (e quindi i soldi ch
e risparmierai!) a un altro livello.
spese di coppia

#5: riassunto finale: come gestire le spese di coppia in pochi semplici punti

Per oggi abbiamo finito!

Ok, sappiamo che la guida è un po’ lunga da leggere, quindi ti facciamo un piccolo riassunto del nostro semplice metodo per la gestione delle spese di coppia.

 

Ricorda: attraverso questo metodo siamo arrivati a risparmiare senza sforzi più di 5.000 euro all’anno migliorando il  nostro stile di vita!

Ecco la sintesi:

  • decidi il tuo obiettivo di risparmio: può essere dovuto a spese in più che vuoi fare o debiti che devi saldare
  • scarica Home Budget (o usa la carta, come preferisci!)
  • struttura le categorie che utilizzerai per classificare le spese (non esagerare nel dettaglio!)
  • comincia a registrare le spese per circa un mese
  • alla fine del mese analizza i dati che hai raccolto per capire esattamente come spendi i tuoi soldi
  • sulla base dell’analisi che hai fatto, stabilisci alcune Regole del Risparmio. Parti al massimo da 2/3 regole, mi raccomando!
  • a partire dal secondo mese comincia ad applicare le regole. Fidati, dopo il primo mese vedrai già degli ottimi risultati!
  • col passare del tempo cerca di capire se puoi trovare altre Regole del Risparmio, parti dalla nostra lista!
  • continua a registrare le spese con la app e a monitorare i risparmi che avrai fatto nel corso del tempo. Vedrai, diventerà un divertimento!

 

Infine…tra qualche mese fammi sapere quanto sei riuscito a risparmiare nel 2017!

E se hai qualche altra regola pratica per risparmiare da aggiungere alle nostre, faccelo sapere!

 

 

Ok, abbiamo davvero finito.

Spero che quest’articolo ti sia piaciuto!

 

Nel caso potresti condividerlo su Facebook, Twitter o… dove vuoi tu?

Per noi sarebbe davvero molto importante 🙂

 

 

PS

Ci hanno detto che è recentemente stato pubblicato un antico libro giapponese che può aiutare le persone si

Prova a leggerlo, magari può darti altri suggerimenti per migliorare la gestione delle vostre spese di coppia!

Se ho capito bene, il principio cardine è quello della consapevolezza.

Ovvero il fatto di capire quanti soldi vengono spesi e come dovrebbe aiutarci nella gestione delle finanze di casa.

Beh, mi pare che non siamo troppo lontani dal nostro metodo, non trovi?

Ecco il link, a presto!

 

 

PPS

Se sei interessato al tema del controllo finanziario, ti segnaliamo i siti dei due maggiori esperti italiani, dove troverai informazioni in grado davvero di cambiarti la vita.

http://www.alfiobardolla.com

http://www.robertopesce.com



Continua a leggere. Potrebbero interessarti anche:


About Author

Leave A Reply

Prima di andartene, iscriviti alla nostra Mailing List

Lascia i tuoi dati, dopo aver letto la nostra Policy della Privacy.
Ti aggiorneremo su news e novità del sito!

100% No Spam

Grazie!

Ti stiamo inviando una mail. Clicca sul link per confermare la tua iscrizione!

Hai già scaricato la Lista di Convivenza?

Lascia la tua mail e scarica subito la "Lista di Convivenza": la lista compelta di tutto ciò che ti occorre prima di andare a convivere!

Grazie!

Ti stiamo inviando una mail. Clicca sul link per confermare la tua iscrizione!

Powered byRapidology