Due dritte utili per tenere sotto controllo il budget di coppia.

1

Come tenere sotto controllo le spese della convivenza  e, in generale, della coppia? Come misurare le uscite rispetto alle entrate? Che cos’è un budget di coppia? Quanto possiamo permetterci un mutuo o un finanziamento?

Come valutare i costi della convivenza

Sono domande che si pongono moltissime coppie che vogliono andare a convivere.

Proprio l’altro giorno ci è capitato in mano un articoletto su questo argomento, da cui abbiamo tratto alcuni spunti. Senza mettere in discussione la scientificità della rivista, Men’s Health (ehm… non la definiremmo propriamente scientifica, ma le fonti dell’articolo sembravano buone!!!), abbiamo pensato di affiancare agli altri nostri post sull’argomento (Coppia e spese, Convivere con il risparmio, Quanto costa andare a convivere? e Risparmiare e ridurre gli sprechi: Eco Shopping Intelligente) queste due dritte per affrontare l’argomento spese di coppia.

Se siete interessati ad approfondire il tema della gestione dei soldi nella coppia, ti segnaliamo la nostra Guida Definitiva sulla Gestione delle Spese di Coppia, leggila subito!

Spese di coppia: la guida definitiva. Come puoi risparmiare 5000 euro all’anno senza sforzi.

1. Il magico numero 36

Rappresenta la percentuale di spesa oltre la quale non devi andare: se guadagni 1000 euro al mese, la rata di mutuo (o il finanziamento per la macchina o quello che vuoi!) non dovrebbe mai superare i 360 euro (il 36% del tuo reddito mensile).

Certo, perchè oltre a questa somma dobbiamo aggiungere tutta una serie di altre voci di un certo peso (Quanto costa andare a convivere?) e tenere in considerazione che il mutuo o il finanziamento saranno fedeli compagni di molti dei nostri giorni!

Non si tratta di una cifra rigida, ovviamente, ma può essere un buon punto di riferimento per non assumere impegni troppo pesanti per il nostro conto corrente.

Un altro aspetto sollevato dall’articolo è proprio la rigidità di questo indicatore: se guadagni 1.000 oppure 10.000 euro al mese, cambia l’approccio a qualsiasi tipo di ragionamento economico: nel primo caso dovrai essere un pochino più rigido nel rispettare questa percentuale, nel secondo caso… beh! probabilmente non stai leggendo a scopo informativo e preventivo questo articolo! 🙂

2. Il misuratore dei tuoi impegni economici

Gestire le spese nella coppia

Come gestire le spese nella coppia?

In un nostro precedente articolo sulle spese di coppia (Convivere con il risparmio) abbiamo presentato un sito che permetteva di fare due conti sul proprio budget di coppia.

Ecco, l’articolo di Men’s Health fa un salto ulteriore e presenta un sito che ti permette di fare ottime previsioni anche sulla base della tua regione e città di residenza, calibrando la risposta su diversi stili e costi di vita (sappiamo che è diverso vivere a Roma, Milano o in paesini più a misura d’uomo!).

Il sistema è stato studiato dall’Università di Tor Vergata di Roma e quindi è piuttosto affidabile.

Sul sito Monitorata.it potete inserire una serie di informazioni generali su reddito, spese, zona di residenza, ecc. e, in forma anonima, ottenere una valutazione finanziaria della sostenibilità di una certa rata mensile (di cui determinate voi stessi l’importo).

Si tratta ovviamente di pure indicazioni, ma sembra essere un ottimo e veloce strumento per valutare quando è il caso di chiedere un finanziamento per la nuova macchina, o aspettare tempi migliori.

Foto: Filomena Scalise, Graeme Weatherston & jscreationzs

 

I libri che vi aiuteranno nel rispettare il budget di coppia.

Infine, vi consigliamo questi libri fondamentali sul risparmio in casa! Seguendo le indicazioni di chi ha scritto questi libri sarà per voi un gioco da ragazzi rispettare il vostro budget di coppia!

 

Il particolare il primo, “Kakebo 2017. Il libro dei conti di casa. Il metodo giapponese per imparare a risparmiare”, è davvero fantastico!

 

 

 

budget di coppia



Continua a leggere. Potrebbero interessarti anche:


About Author

1 commento

  1. Concordo pienamente con l’articolo scritto. Sono infatti spesso i problemi economici che portano la coppia a spezzarsi o a incombere in litigi. E’ giusto quindi fissarsi un tetto massimo di spesa per mutuo o finanziamenti vari così da non fare il cosidetto “passo più lungo della gamba”.

Leave A Reply

Prima di andartene, iscriviti alla nostra Mailing List

Lascia i tuoi dati, dopo aver letto la nostra Policy della Privacy.
Ti aggiorneremo su news e novità del sito!

100% No Spam

Grazie!

Ti stiamo inviando una mail. Clicca sul link per confermare la tua iscrizione!