Il tempo e la manutenzione della casa.

Share on Tumblr
1c7b00fbe91c750cc95fe9420a4224d9

Sono passati oltre due anni da quando siamo entrati in casa nostra. Tutta ristrutturata ex novo: impianto elettrico, idraulico, interruttori, mobili. Praticamente tutto nuovo.

A distanza di questo tempo abbiamo fatto un rapido conto di quanto ci è andata bene, e in effetti possiamo ritenerci fortunati (scrivo queste cose toccando ferro, con un ferro di cavallo tra i denti e un corno appoggiato dietro l’orecchio).

Da settembre 2010 ad oggi, abbiamo avuto questi problemi di manutenzione:

  1. L’erogatore della doccia (il pulsante che sposta il getto dal soffione al doccino e viceversa)
  2. La caldaia bucata dello scaldabagno
  3. Il rubinetto della cucina che perdeva

Direi non male, considerando tutte le cose che ti possono accadere in una casa (ma lo diciamo a bassa voce, visto che non si sa mai…).

In due casi tra quelli elencati, la diagnosi è stata la stessa: il pezzo era economico e quindi è evidente che con l’usura si possono creare problemi!

A pensarci bene non avevamo pagato pochissimo per quei pezzi, ma sicuramente non tantissimo!

Quindi, se vogliamo trarre un pensiero utile per coloro che stanno affrontando le spese di ristrutturazione ci verrebbe da scrivere:

  1. Anche se le spese sono molte, non andate sempre e comunque al risparmio: idraulica, elettricità ed elettrodomestici possono essere davvero differenti in base al prezzo e spesso il risparmio può diventare un costo aggiuntivo.
  2. Informatevi sempre su ciò che state per acquistare: il benchmark è fondamentale per scegliere la cosa giusta per voi.
  3. Rompete le scatole a tutti i vostri conoscenti, per chiedere se conoscono posti buoni per i vostri acquisti.
  4. Valutate bene le vostre scelte: ciò che oggi può avere poco valore per voi, domani potrebbe essere fondamentale. E ovviamente, viceversa!
  5. Se la differenza tra il modello super di un acquisto e il modello che state per acquistare è minima e sostenibile dalle vostre tasche, non esitate: prendete il meglio

E se avete dubbi chiedete. Siamo qui per questo!

Foto: cbenjasuwan & Paul Sutcliffe

     
 
Ti è piaciuto questo articolo?
Se ti è piaciuto, aiutaci a promuoverlo in rete, come preferisci:
  1. Clicca sul Pulsante Mi piace all'inizio del post.
  2. Condividilo cliccando sul simbolo di Facebook nella barra qui sotto.
  3. Condividilo cliccando sul simbolo di Twitter nella barra qui sotto.
  4. Seguici su Twitter.
  5. Seguici su Facebook.
  6. Segnalalo ad amici e conoscenti che potrebbero apprezzarlo.
Se poi ci lasci un commento (puoi farlo anche da Facebook), siamo ancora più felici!
   


Continua a leggere. Potrebbero interessarti anche: