Come gestire soldi in coppia?

0

Gestire soldi in coppia. Come fare quando vai a convivere?

Update: se siete interessati ad approfondire il tema della gestione dei soldi nella coppia, ti segnaliamo la nostra Guida Definitiva sulla Gestione delle Spese di Coppia, leggila subito!

–> Spese di coppia: la guida definitiva. Come puoi risparmiare 5000 euro all’anno senza sforzi.

 

Gestire soldi in coppia può sembrare molto difficile. Conto unico o conti separati? Come gestire le diverse spese della convivenza?

Sfruttiamo l’occasione di una mail di una nostra lettrice, Giada, per fare ordine in un argomento piuttosto importante: come gestire i soldi in coppia quando si va a convivere?

Ciao, stiamo muovendo i primi passi per la convivenza a casa mia.
La mia domanda è di tipo pratico, come si dividono le spese, si crea un conto comune?

Si mette una cifra comune ogni mese (ovvero come si fa di solito con le proprie amiche, quando si va in vacanza)?
Grazie Giada

gestire soldi in coppia

Come gestire le spese nella coppia? Conti comuni o separati?

La gestione dei soldi nella coppia è un tema che abbiamo toccato in tantissimi post (guarda un po’ qui tutti gli articoli sulle spese di coppia e sulla gestione dei conti).

Fino al giorno prima di andare a convivere va benissimo la tradizionale cassa comune: si crea un fondo comune (generalmente tenuto nel portafolio di uno dei due) e si attigne a quello per tutto quello che rappresenta una spesa di coppia.

Tutti l’abbiamo fatto in vacanza: è il modo più pratico, anche quando non si è solo una coppia, ma si è in più persone.

Nel momento in cui si va a convivere, quello che viene concentrato in un periodo limitato (la vacanza) si ripete tutti i giorni. E qui emerge l’esigenza di una soluzione più pratica.

Premesso che ogni coppia trova la soluzione che più si adatta alle proprie esigenze, proviamo ad elencare tutte le soluzioni possibili, cercando di individuare pro e contro di ognuna.

Gestire i soldi in casa: tanti modi per gestire le spese di coppia.

Gestire soldi in coppia può essere un buon modo per mettere alla prova il vostro modo di prendere decisioni.

Ci sono tanti modi per gestire i soldi in coppia e dovrete scegliere quello più adattao alle vostre esigenze, alle vostre spese di coppia, alle vostre entrate e ai flussi di cassa della coppia.

Vediamo le tante alternative per gestire i soldi in famiglia (perchè alla fine è un po’ questo che siete diventati o che state diventando).

 

Conti separati e cassa comune: uno dei modi più diffusi per gestire i soldi in coppia

Ognuno per sè, come prima della convivenza. Per le spese comuni uno dei due anticipa e l’altro gli dà la propria parte.

Pro

Nessun conto aggiuntivo, nessuna spesa bancaria, nessun problema amministrativo.

Contro

Bisogna tenere continuamente i conti di chi ha messo quanto, se non “saldi” subito la tua quota rischi di dimenticartene, tutto diventa un pochino più macchinoso e impegnativo, gestione di mutui, spese periodiche, ecc.

Conto unico per gestire comodamente le spese di coppia

Altresì detto, “comunione dei beni” o “il contro dei nostri genitori”: entrambi chiudono il proprio conto e ne aprono uno unico, su cui depositano i propri stipendi e da cui attingono per ogni tipo di spesa.

Pro

Comodità, rapidità, più semplice gestione delle spese, monitoraggio di entrate e uscite, nessun conto aggiuntivo, ridotte spese bancarie, pochi aspetti burocratici, carta di credito e bancomat unici.

Contro

Eventuali disparità di retribuzione vengono annullate nel conto unico, eventuali problemi nel caso di separazione, regali di natale e spese sotto gli occhi del partner.

Conto di servizio: un terzo conto per gestire i soldi della coppia

Ognuno dei due mantiene il proprio conto e versa su un conto cointestato una quota periodica oppure “quando ce n’è bisogno”.

E’ una soluzione molto pratica che può essere affiancata a conti o piani di accumulo del capitale (PAC): esistono diversi conti che ti garantiscono un interesse più alto se gli lasci in deposito i tuoi soldi per almeno 6 mesi o più.

Questi tipi di conto permettono una rapida gestione delle entrate e delle uscite e, allo stesso tempo, l’accumulo di qualche soldino extra.

Pro

Comodità, rapidità, gestione delle spese, monitoraggio di entrate e uscite, eventuali piani di accumulo del capitale e investimenti (occhio!!!).

Contro

Spese bancarie (per spostare i soldi sul conto di servizio devi fare un bonifico).

Come si può notare, le soluzioni sono davvero molte per gestire soldi in coppia e le spese della coppia e dipendono da una serie di fattori.

Ad esempio:

  • Tipologia ed entità delle spese in comune;
  • Preferenze di di pagamenti (cash, bancomat, carta di credito, bonifici, assegni, …);
  • Stipendio e tipologie di entrate (ad es. il conto in comune a volte viene sconsigliato se uno dei due ha un’attività in proprio);
  • Atteggiamento individuale e di coppia nei confronti del denaro.

Ma per aiutare Giada, proviamo a raccogliere le idee: raccontateci come vi comportate nei confronti delle spese di coppia e rispondete a questo piccolo sondaggio:

[poll id=”3″]

Foto: Le immagini di questo post sono state elaborate da Convivendo.net sulla base del lavoro di jscreationzs, Idea go, Sujin Jetkasettakorn & Filomena Scalise

Se ti piace l’argomento…

Ecco alcune letture utili sul tema del budget famigliare. Le abbiamo selezionate per te!

Se invece ti interessa maggiormente il tema della ricchezza in senso assoluto, ecco altri titoli utili.

In particolare, ti consigliamo Paul McKenna, Alfio Bardolla e Tony Robbins.



Continua a leggere. Potrebbero interessarti anche:


About Author

Leave A Reply

Prima di andartene, iscriviti alla nostra Mailing List

Lascia i tuoi dati, dopo aver letto la nostra Policy della Privacy.
Ti aggiorneremo su news e novità del sito!

100% No Spam

Grazie!

Ti stiamo inviando una mail. Clicca sul link per confermare la tua iscrizione!