[PUNTI DI VISTA] Due cose importanti

3

Ed eccoci qui con il primo vostro contributo, per brindare alla nuova rubrica Punti di Vista: i vostri racconti, le vostre esperienze e le vostre riflessioni.

Iniziamo con Monica, che ci offre un paio di riflessioni semplici, ma molto utili, dalle quali partire per pensarci un pò. Aspettiamo i vostri commenti.

coppiaEcco due mie considerazioni a caldo, stralcio di una chattata con amici 🙂

1) darei un calcio sul naso a quelli che ti dicono “Convivi… wow!!!” e pensano che stai facendo una prova perche’ non sei davvero certo di impegnarti… non hanno proprio capito un emerito!!

2) dopo le prime due settimane di convivenza ho capito una cosa fondamentale: secondo me vivere insieme (che e’ la stessa cosa di convivere, ma mi piace di piu’!) e’ qualcosa di cui, per quanto ne hai sentito dire, inizi a capire il senso giorno per giorno, e quel che capisco io e’ semplicemente… straordinario!
Non tanto/solo per il concreto vedersi everyday con tutti gli aspetti concreti che comporta (= un MACELLO di roba da fare!!), ma per quella che io chiamerei evoluzione che ti senti avvenire addosso: scoprire che ogni gesto-pensiero-progetto che fai diventa a 2cervelli-2cuori-4mani, plasmare le rispettive singole abitudini in un nuovo stile di vita che e’ per forza di cose unico (nel senso di comune a due persone e diverso da come chiunque altro potrebbe viverlo), godersi una vicinanza che non e’ mai stata così e allo stesso tempo volerti aprire ancora di piu’ agli amici e alla famiglia, sentirti perennemente imbranato/inadeguato di fronte alle incombenze pratiche e al tempo stesso fiero di cosa riesci a far stare in 24ore… insomma, e’ un po’ lunga da spiegare, fatto sta che ho sempre un sorrisone scemo stampato in faccia!

Insieme a due grosse occhiaie, sto diventando un panda che ride ^_^



Continua a leggere. Potrebbero interessarti anche:


About Author

3 commenti

  1. wow, la prima ospite!! che emozione, grazie 🙂
    posso aggiungere una terza riflessione?? anche questa semplice ma spontanea, che mi e’ venuta in mente ieri durante una camminata nei boschi: costruire/ristrutturare, arredare, riempire un appartamento e’ un’esperienza galvanizzante, ma la cosa piu’ bella e’ sentire che ovunque siamo noi due diventa casa… che sia la nostra casa o il nostro Wolskvagen, una tenda, un albergo, la pensilina sotto cui ci fermiamo a ripararci da un temporale improvviso, un paese straniero in cui siamo in vacanza, ecco, credo che se insieme si sente di essere esattamente dove si dovrebbe/vorrebbe essere a prescindere dal luogo, allora si’, stiamo felicemente con-vivendo ^_^

Leave A Reply

Prima di andartene, iscriviti alla nostra Mailing List

Lascia i tuoi dati, dopo aver letto la nostra Policy della Privacy.
Ti aggiorneremo su news e novità del sito!

100% No Spam

Grazie!

Ti stiamo inviando una mail. Clicca sul link per confermare la tua iscrizione!