L’Avvitatore e il servizio del the

4

E’ un pò che non scriviamo e l’arcano è presto svelato: siamo incasinatissimi.

Stiamo giungendo al traguardo, l’ingresso potrebbe avvenire nel giro di un paio di settimane, e ciò comporta una corsa contro il tempo per chiudere tutte le scadenze, rifinire gli ultimi dettagli, sistemare lo spazio per prepararlo al nostro uso.

E il tempo per scrivere è davvero poco. Però, abbiamo riflettuto molto su ciò che ci sta accadendo e se ci capitano due minuti qui e là proveremo a raccontarvelo.

Quello di oggi è un assaggio, una rapida riflessione che già anticipa il senso di ciò che verrà.

Ho montato uno scaffale un pò particolare nello sgabuzzino: ci ho messo, a tempo perso, un apio di giorni, con il mio primo, massiccio, estensivo ed intensivo uso dell’avvitatore. E’ un oggetto magico, che ti fa sembrare i tuoi lavori professionali e meritevoli del primo premio “TrapanoD’Oro 2008”.

Ma non è il suo uso che mi interessa, ma il simbolo. La donna sta in cucina. sistema i bicchieri, le posate, riempie gli scaffali della sostanza di cui si vivrà. L’uomo è incastrato tra assi, bulloni, viti con in mano la pistola magica che monta tutto.

La donna gioca con le bambole, con i piattini del servizio per il tè mentre l’uomo è di là con il meccano, il piccolo chimico, il lego.

Trentenni che giocano, o bambini che anticipano? E nessuno ci ha assegnato i ruoli. Potevo essere io a sistemare la dispensa e lei a montare lo scaffale, ma ci è venuto così. Certo, conta il gusto, la forza, la finezza dei movimenti, insomma, caratteristiche fisiologiche, ma quello che sta emergendo davanti ai nostri occhi è il Ruolo.

Si costruisce da sè, non telo fai tu, ma te lo trovi addosso. Ed è lui che ti insegue o che ti si lancia addosso. Tu non fai niente, è lui che fa tutto. Ed è impressionante.



Continua a leggere. Potrebbero interessarti anche:


About Author

4 commenti

  1. il ruolo non…”si costruisce da se'”…te lo costruiscono addosso sin dalla prima infanzia!…e poi,cosa c’entra il the’?…ciao.

  2. Nelle scienze sociali, al termine ruolo viene solitamente associato l’insieme di comportamenti attesi da una persona, in relazione alla posizione che occupa nella struttura sociale.

    Queste aspettative non te le “appiccicano addosso” (e il termine è più che corretto :-)) all’improvviso, come hai detto tu. Però, in determinati momenti EMERGONO evidenti, lampanti, autoesplicativi.

    Ogni volta che ci accorgiamo degli effetti del ruolo è come se ci guardassimo allo specchio e scoprissimo qualcosa di nuovo, che era lì ma che non avevamo notato prima!.

    Legato a questo aspetto, a mio avviso, c’è lo “schema di ruolo” che è la struttura cognitiva che organizza quello che sappiamo del [nostro] ruolo.
    ma diventerei noioso! 🙂

    Ah! Piacere e benvenuto!
    Lui

  3. Io sono mollemente adagiata sul divano, mentre il nostro tavolo è invaso da un uomo munito di saldatore, tronchese, stagno, pezzi di filo elettrico, strane scatole di plastica che mi garantisce avranno un senso una volta finite, due gatte attorno (una collabora ai lavori, la sua, l’altra cerca di fregargli i pezzi, la mia, ..).
    Io nel caffè ci metto un cucchiaino di zucchero.. e lo bevo bollente :-p
    IBAL!

  4. Ciao Frieda, quanto tempo….

    Iniziava come una fantasia erotica per perdersi in una zolletta di zucchero!

    Dubito che la mia Lei mi vedrà mai con un saldatore (oggetto, non professione), più probabile con una pistola a colla calda! 😉

    Lui

Leave A Reply

Prima di andartene, iscriviti alla nostra Mailing List

Lascia i tuoi dati, dopo aver letto la nostra Policy della Privacy.
Ti aggiorneremo su news e novità del sito!

100% No Spam

Grazie!

Ti stiamo inviando una mail. Clicca sul link per confermare la tua iscrizione!

Hai già scaricato la Lista di Convivenza?

Lascia la tua mail e scarica subito la "Lista di Convivenza": la lista compelta di tutto ciò che ti occorre prima di andare a convivere!

Grazie!

Ti stiamo inviando una mail. Clicca sul link per confermare la tua iscrizione!

Powered byRapidology