Mal comune, mezzo gaudio

0

Dopo una settimana di sorprese legate alla casa – no nessuna positiva! -, domenica abbiamo passato una splendida giornata con alcuni nostri amici, due coppie sposate da un paio di anni. Accanto a chiacchiere divertentissime, spassosi racconti di tutti i tipi, un aspetto ci ha rasserenati particolarmente, facendoci ritrovare vigore, ottimismo e facendoci sentire il profumo della vita, misto a quelle delle lasagne e dell’ottimo vino rosso!

Abbiamo raccontato le nostre vicissitudini, che voi ormai avete imparato ad apprezzare, spesso in anteprima anche rispetto a molti nostri amici. E loro le proprie!

Situazioni drammatiche, tragicomiche tanto da strappare lacrime dalle risate.

Sintetizziamo qui di seguito gli elementi salienti, anche se per motivi di spazio siamo costretti a selezionarne solo alcuni.

Coppia 1.

Parete attrezzata. Due componenti della parete non dovrebbero essere uniti assieme, inq uanto sono stati acquistati separatamente.

Peccato che chi li monta, ad un tratto, proprio sotto gli occhi impotenti e sorpresi della proprietaria, parte tutto ad un tratto con il trapano e buca la parete laterale esterna del mobile, per congiungerlo con l’altro pezzo. Lei osserva il misfatto senza poter fare nulla. L’operaio si stupisce della sua sorpresa e procede imperterrito nel montaggio.

Box doccia. Non solo i due operai montano il box doccia allineandolo sul profilo più interno del piatto doccia (sprecando quini diversi centimetri per lato, ma quando lei viene allontanata per tranquillizzarsi dalla rabbia, e viene fatta accomodare in camera, dal letto, dove cerca di distrarsi per evitare un omicidio, sente un grido di terrore di lui (che rimaneva a controllare il lavoro degli operai in bagno). Noooooooo!!! A malapena lui riesce a togliere dalle mani degli operai la pistola di silicone, caricata con prodotto nero, e non trasparente! Acciaio, vetro, classico piatto doccia bianco e… rifiniture in nero!!! La giustificazione degli operai: ma non abbiamo il prodotto trasparente!!!

Coppia 2.

Le piastrelle. Lui passa l’aspirapolvere e il Retatatatta che l’arnese produce lo interrompe in più occasioni. fissa l’elettrodomestico per controllare se sia rotto, quando si accorge che non è l’aspirapolvere a fare rumore ma i gradini tra le piastrelle: la posa è stata tutt’altro che perfetta.

L’interruttore. La scelta di meravigliose piastre di alluminio ultra bombate, tecnologiche e fighissime si scontra con la tracciatura da parte dell’elettricista che prende male le misure e uno dei due interruttori della camera da letto (quelli delle abat jour, per intenderci) si trova irrimediabilmente … sotto il coprifili della porta, completamente scentrato rispetto al letto. Il tentato omicidio per soffocamento degli operai da parte di lui e una mitraglietta in mano a lei, scongiurano la tragedia.

Meno male che quelle scene sono così lontane e i loro effetti riescono grazie al tempo ad affievolirsi. Le risate colmano lo spazio della rabbia e le lacrime hanno tutt’altro sapore.

Insomma: sfogli per ore i cataloghi di tutti i produttori del mondo, scegli con cura ogni minimo dettaglio e poi, la mano inesperta, distratta, drammaticamente goffa di un operaio, di un trasportatore, di un montatore, di chiunque, può fare il danno che non pensavi… ma il bello deve ancora venire, quando vi parleremo del gommino!



Continua a leggere. Potrebbero interessarti anche:


About Author

Leave A Reply

Prima di andartene, iscriviti alla nostra Mailing List

Lascia i tuoi dati, dopo aver letto la nostra Policy della Privacy.
Ti aggiorneremo su news e novità del sito!

100% No Spam

Grazie!

Ti stiamo inviando una mail. Clicca sul link per confermare la tua iscrizione!

Hai già scaricato la Lista di Convivenza?

Lascia la tua mail e scarica subito la "Lista di Convivenza": la lista compelta di tutto ciò che ti occorre prima di andare a convivere!

Grazie!

Ti stiamo inviando una mail. Clicca sul link per confermare la tua iscrizione!

Powered byRapidology